Usa. Obama: “Stipendi equi tra donne e uomini”

Pubblicato il 4 Giugno 2012 22:07 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2012 22:32

NEW YORK, 4 GIU – Il presidente Usa, Barack Obama, ha esortato il Congresso ad approvare una legge che ha lo scopo di equiparare il salario delle lavoratrici a quello dei lavoratori. Ricordando che a parita' di incarico in America le donne guadagnano 77 centesimi per ogni dollaro guadagnato dagli uomini, Obama – in una teleconferenza con sostenitori della legge – ha detto che in questo campo ''abbiamo fatto progressi, ma dobbiamo fare di piu'''. E ha affermato che particolarmente colpite da questo fenomeno sono le donne afro-americane e latine.

Ma se il Congresso approva il disegno di legge, ha detto, ''le donne potranno avere uno strumento in piu' per rivendicare uno stipendio piu' equo''. Secondo le previsioni, e' pero' improbabile che il provvedimento ottenga il sostegno di cui ha bisogno in Congresso per avanzare. Al punto che il presidente, come riferisce la Casa Bianca, ha sottolineato che ''il Congresso non agira' perche' io dico che (questa legge) e' importante: ma agira' perche' voi farete sentire forte la vostra voce''.

Il progetto di legge, che secondo diversi parlamentari repubblicani pone nuovi inopportuni carichi sui datori di lavoro, prevede che per le aziende l'obbligo di dimostrare che eventuali differenze di salari non siano dovuti al genere dei dipendenti e previene ogni possibile ritorsioni contro le lavoratrici che rendano pubblico il loro salario o tentino di scoprire se sia sottoposto a discriminazioni di genere.