Elogia imam di Hezbollah su Twitter, giornalista della Cnn licenziata

Pubblicato il 8 Luglio 2010 15:51 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2010 16:07

Il Grand Ayatollah Mohammed Hussein Fadlallah

Sulla sua pagina Twitter ha espresso per il Grande Ayatollah Mohammed Hussein Fadlallah, negli anni Ottanta vicino agli Hezbollah libanesi e da tempo una delle figure più illustri del mondo sciita. Niente di preoccupante, eppure la Cnn ha licenziato la sua massima esperta di Medio Oriente, Octavia Nasr.

L’imam, noto per le posizioni anti-americane e anti-israeliane, è morto domenica in Libano dopo una lunga malattia. La Nasr ha lasciato mercoledi’ il suo ufficio alla Cnn di Atlanta: ”Abbiamo deciso che non poteva piu’ lavorare in questa azienda”, ha annunciato Parisa Khosravi, vice-presidente della rete per gli affari internazionali. La giornalista era alla Cnn da 20 anni: domenica aveva scritto su Twitter di aver appreso della morte di Fadlallah, ”uno dei giganti di Hezbollah che rispetto molto”.

Il micro-messaggio era stato immediatamente attaccato da difensori di Israele: ”E’ anche lei una simpatizzante di Hezbollah?”, si era chiesto il sito Honest Reporting impegnato a difendere Israele ”dal pregiudizio dei media”.

In un altro messaggio su Twitter la Nasr aveva cercato di correggere il tiro: ”Sembrava che appoggiavo tutte le opinioni di Fadlallah. Non e’ cosi”, e spiegato che il ”rispetto” per l’Ayatollah era legato ala sua ”unica” posizione tra gli imam siiti a favore dei diritti delle donne. La giustificazione non e’ bastata alla Cnn: ”La sua credibilta’ per occuparsi di affari mediorientali e’ compromessa”, ha detto la Khosravi, che l’ha messa alla porta.