Dengue: secondo caso a Jesi, disposta disinfestazione del quartiere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Settembre 2019 15:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2019 15:01
Dengue, secondo caso a Jesi

Disinfestazione (Ansa)

ROMA – Secondo caso di Dengue, malattia infettiva tropicale, a Jesi, dopo quello rilevato l’8 agosto. Si tratta di un giovane del luogo – informa l’Asur – rientrato da un viaggio all’estero. Le sue condizioni sono in miglioramento. L’Asur ha informato il l Comune di Jesi che è stato accertato un nuovo caso di Dengue (malattia infettiva tropicale), riguardante un giovane jesino rientrato da un viaggio all’estero.

In base al “Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive” (tra cui il virus Dengue), quando si verificano casi simili sono da prevedere azioni di riduzione della popolazione delle zanzare mediante interventi larvicidi e di igiene urbana. Il Comune ha disposto in via cautelativa e precauzionale una immediata disinfestazione da zanzare invasive in un raggio di 200 metri dall’abitazione del soggetto infetto.

La zona interessata è quella del quartiere ex Smia, con un perimetro indicativamente individuato tra Viale del Lavoro, Via Anconetani, Va Padre Pellegrini e Via Fava. Le operazioni saranno effettuate a cura di una ditta specializzata in orario notturno per le prossime due notti, quella tra venerdì 20 e sabato 21 e quella tra sabato 21 e domenica 22 settembre, a partire dall’una.

Anche si si tratta di prodotti disinfestanti non pericolosi per la salute, l’Asur raccomanda che, durante le operazioni, i residenti tengano le finestre chiuse e trattengano gli animali domestici in casa. I cittadini interessati saranno informati tramite volantini e messaggi sonori. (fonte Ansa)