Salute

Cuore dura di più con caffè (4 al giorno) e cioccolato (fondente). Le tre C della tazzina

tazzina-caffe-ansa

Una tazzina di caffè (foto Ansa)

ROMA – Cuore dura di più con caffè e cioccolato. Lo attestano ora i cardiologi alla vigilia delle Giornate Cardiologiche di Torino. Lo attestano ora e portano a sostegno della comunicazione pro caffè e cioccolata le risultanze di ampie e lunghe indagini su campioni rappresentativi di sani e pazienti tenuti sotto osservazione. Lo attestano ora con convinzione e argomenti. Qualche anno fa però il caffè, almeno nella vulgata medica, non era proprio amico del cuore…

E invece quattro (mica una!) tazzine al giorno di caffè bevute allungano la vita del cuore. Tazzine all’italiana e all’europea quattro e anche cinque non fanno male, anzi. (Il tazzone all’americana è altra cosa, sconsigliabile e non solo per il palato spararsene quattro o cinque al giorno). Allungare la vita del cuore significa diminuire, abbassare il tasso di mortalità di coloro che quel cuore lo tengono in petto. Insomma secondo i cardiologi il caffè un po’, solo un po’ ma un po’ di sicuro la vita te la allunga (se non fai altro per accorciarla in altro modo).

E non solo un po’ te la allunga la vita, te l’addolcisce anche un po’. Anche se non ci metti lo zucchero nella tazzina. Alla lunga nel tempo il consumatore di caffè dorme meglio ed è meno ansioso, sempre secondo studio dei cardiologi.

E non solo il caffè, anche il cioccolato fa piacere al cuore. Questa un po’ si sapeva. Che il cioccolato fosse non solo una cosa di gola ma anche di salute un po’ si sapeva. Adesso c’è un altro timbro, quello dei cardiologi appunto: il cioccolato fa bene al cuore. Attenzione però: soprattutto se non solo quello fondente. Fondente almeno all’ottanta per cento e anche più. Insomma, le barrette delle merendine no.

Chicco di caffè la sostanza più ossidante che c’è, cioccolata fondente come una delle rare cose che insieme piace e fa bene (di solito o l’uno o l’altro). E quindi cuore, caffè e cioccolato le tre C amiche e sorelle. Che vengono ad affiancare le altre intramontabile (e peggio per chi le ignora) tre C intorno alla tazzina, di caffè appunto. Le tre C che qualificano una buona tazzina, in assenza delle quali che caffè è? Eccole le tre C classiche: C come ca…C come come e Co come coce, ca…come coce! Pensiero e sensazione doverosi se è vero e buon caffè.

To Top