Depressione, arriva Auvelity, la pillola per bocca ad effetto rapido (7 gg.): l’ok dell’Agenzia del farmaco Usa

Effetto rapido, in tutto sette giorni: la nuova pillola Usa per combattere da subito il disturbo depressivo maggiore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Agosto 2022 - 17:01 OLTRE 6 MESI FA
depressione auvelity pillola

Dagli Usa il primo antidepressivo ad effetto rapido (Ansa)

Depressione, arriva Auvelity la pillola per bocca ad effetto rapido. La Food and Drug Administration (FDA), organo statunitense che regola l’approvazione di nuove cure, ha approvato il primo farmaco antidepressivo per bocca ad effetto rapido, Auvelity (Axsome Therapeutics).

Depressione, arriva Auvelity, la pillola per bocca ad effetto rapido

Si tratta di una compressa a rilascio prolungato (contenente due principi attivi, il destrometorfano e il bupropione). Si tratta del “primo e unico farmaco orale ad azione rapida approvato per il trattamento del disturbo depressivo maggiore con efficacia antidepressiva a partire da una settimana d’uso”, spiega all’ANSA Graziano Pinna, neuroscienziato dell’Università dell’Illinois a Chicago. 

“L’approvazione di Auvelity rappresenta una pietra miliare nel trattamento della depressione, grazie al suo nuovo meccanismo d’azione e alla rapida efficacia antidepressiva dimostrata in studi clinici e al profilo di sicurezza relativamente favorevole”, riferisce su Medscape online (sito informativo destinato a medici e professionisti sanitari) Maurizio Fava, medico, psichiatra presso il Massachusetts General Hospital di Boston.

“Quasi la metà dei pazienti trattati con gli antidepressivi attualmente disponibili non riescono a rispondere in modo adeguato ai farmaci, e quelli che lo fanno possono non ottenere risposte clinicamente significative per un periodo che può arrivare fino a 6-8 settimane. Inoltre con i farmaci attuali, gli effetti collaterali sono significativi, sottolinea Pinna, e la percentuale di ricadute dopo un trattamento di successo è elevata.

“Data la natura debilitante della depressione, l’efficacia di Auvelity osservata a una settimana e mantenuta in seguito potrebbe avere un impatto significativo sull’attuale paradigma di trattamento di questa patologia”, dichiara Fava.