Ulcera carnivora: in Australia altri 49 casi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 ottobre 2018 11:09 | Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2018 11:10
Ulcera carnivora: in Australia altri 49 casi

Ulcera carnivora: in Australia altri 49 casi

ROMA – Con gli ultimi 49 casi registrati a Melbourne nel 2018 siamo già a 270 ricoveri: prosegue il contagio da ulcera carnivora in Australia, specie nello stato di Victoria. Uno stato dal clima temperato che dovrebbe restare estraneo al diffondersi di un batterio conosciuto e diffuso in Africa e comunque a latitudini tropicali. E l’acqua di fiumi e laghi che viene tenuta sotto osservazione perché se la malattia passa dagli insetti all’uomo può essere avvenuto solo negli specchi d’acqua contaminati.

L’ulcera di Buruli (questo il termine scientifico) è nota in Africa, si sa che alligna nelle acque stagnanti, ma come il suo contagio possa essersi esteso all’Australia resta un mistero. Gli effetti del batterio mangiacarne (Mycobacterium ulcerans) possono essere devastanti se non si interviene prontamente con gli anti-biotici: divora letteralmente i tessuti, disabilità e deformità permanenti spaventano cittadini e autorità sanitarie.

Quando il batterio raggiunge la pelle distrugge le cellule dell’epidermide, i piccoli vasi sanguigni e il grasso cutaneo sottostante. Una specie di esfoliazione della pelle: ma la distruzione cellulare può colpire anche le ossa.