Reggio Calabria, prese a sassate la fidanzata tredicenne: insultato su Facebook

Pubblicato il 11 Aprile 2011 21:00 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2011 21:16

REGGIO CALABRIA – ”Uomo di m…”, ”Bastardo devi morire” e ”Schifoso fai pietà”: sono solo alcuni dei messaggi, poco rassicuranti, che gli ex amici o conoscenti del diciassettenne di Reggio Calabria che ha ferito a sassate la fidanzata tredicenne avevano lasciato sul profilo facebook di A.L.. A rivelarlo è il sito Zoomsud che riporta alcuni dei messaggi letti prima che il profilo venisse oscurato.

A scrivere sono ragazzi e ragazze adolescenti. Molti quelli che dichiarano di conoscerlo, anche loro protagonisti in qualche misura della tragedia che si è consumata a Gallico di Reggio Calabria. I commenti di forte durezza sono scritti sotto la foto dell’adolescente tramutatosi in ”mostro”, un ragazzo come tanti altri, con i suoi jeans aderenti e strappati all’altezza del ginocchio. Un’espressione a metà tra timidezza e spavalderia. La bacheca svela anche tante altre cose che danno conto degli aspetti del suo mondo: si dichiara cattolico, seguace di un partito importante ed è iscritto al gruppo ”fiero di essere come sono”.