dieta planetaria dieta planetaria

Seguire la dieta planetaria riduce il rischio di morte prematura del 30%

La dieta planetaria, o Planetary Health Diet, sta guadagnando attenzione sia per i suoi benefici per la salute umana sia per il suo impatto positivo sull’ambiente. Un recente studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato che aderire a questa dieta può ridurre il rischio di morte prematura del 30%. Questa ricerca è significativa poiché collega strettamente la salute umana con quella del pianeta, dimostrando che ciò che è salutare per noi è anche salutare per l’ambiente.

Cos’è la dieta planetaria

La Dieta per la Salute Planetaria, anche nota come dieta planetaria, è stata sviluppata dalla Commissione EAT-Lancet per affrontare simultaneamente la salute umana e la sostenibilità ambientale. La dieta enfatizza l’assunzione di alimenti a base vegetale, come frutta, verdura, cereali integrali, legumi e noci, limitando al contempo il consumo di carne rossa e cibi altamente trasformati. Un piatto che segue questa dieta è tipicamente composto per metà da frutta e verdura, mentre l’altra metà include cereali integrali, proteine vegetali, oli vegetali insaturi e piccole quantità di proteine animali opzionali.

Benefici per la salute, lo studio

Uno dei principali vantaggi della dieta planetaria è la sua capacità di ridurre il rischio di malattie croniche. I ricercatori dello studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition hanno esaminato i dati di oltre 200.000 persone che hanno partecipato ai Nurses’ Health Study I e II e allo studio di follow-up sui professionisti sanitari. I partecipanti hanno completato questionari sulla loro dieta ogni quattro anni per un massimo di 34 anni. I risultati hanno mostrato che coloro che aderivano strettamente alla Dieta per la Salute Planetaria avevano un rischio di morte prematura inferiore del 30% rispetto a coloro che seguivano meno rigorosamente la dieta.

Questa riduzione del rischio riguarda tutte le principali cause di morte, comprese malattie cardiache, cancro e malattie polmonari. Il consumo di una grande varietà di frutta e verdura fornisce al corpo abbondanti nutrienti essenziali, come vitamine, minerali, antiossidanti, fibre, proteine e acidi grassi omega-3. Questi nutrienti sono fondamentali per mantenere il corpo in salute e prevenire malattie croniche.

Oltre ai benefici per la salute umana, la dieta planetaria ha un impatto positivo significativo sull’ambiente. Lo studio ha rilevato che un’alta aderenza a questa dieta riduce le emissioni di gas serra del 29%, l’uso dei terreni coltivati del 51% e il fabbisogno di fertilizzanti del 21%. Questo è particolarmente importante nel contesto della crisi climatica globale, poiché le abitudini alimentari possono contribuire in modo significativo alle emissioni di gas serra e alla degradazione ambientale.

Il dottor Walter Willett, coautore della ricerca e presidente del Dipartimento di Nutrizione dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health, ha sottolineato l’importanza di questo cambiamento. “Cambiare il modo in cui mangiamo può aiutare a rallentare il processo di cambiamento climatico. E ciò che è più salutare per il pianeta è anche più salutare per gli esseri umani”, ha affermato. Questa dichiarazione riassume l’essenza della Dieta per la Salute Planetaria: un approccio alimentare che promuove la salute individuale e la sostenibilità ambientale.

Dana Hunnes, PhD, assistente professore presso la UCLA Fielding School of Public Health, ha espresso il suo sostegno per la Dieta per la Salute Planetaria. “Credo che la dieta della salute planetaria sia la via da seguire. Più velocemente riusciremo ad arrivarci come società, meglio sarà per noi dal punto di vista della salute, della longevità, dei costi e dell’ambiente”, ha detto Hunnes.

Similitudini con altri approcci alimentari

La dieta planetaria condivide somiglianze con altre diete salutari, come la dieta mediterranea, la dieta pescetariana, quella vegetariana e la dieta DASH (Approcci Dietetici per Fermare l’Ipertensione). Tutte queste diete enfatizzano il consumo di frutta e verdura, proteine di origine vegetale e la limitazione di alimenti trasformati e carne rossa.

Adottare questo tipo di alimentazione nella vita quotidiana può sembrare una sfida, ma ci sono molti modi per facilitare la transizione. Iniziare con piccoli cambiamenti, come aumentare l’assunzione di frutta e verdura e ridurre gradualmente il consumo di carne rossa, può essere un buon punto di partenza. Pianificare i pasti in anticipo e preparare pasti a base vegetale può anche aiutare a mantenere l’aderenza alla dieta.

Consigli per seguire la dieta planetaria

  1. Pianificazione dei pasti: Pianificare i pasti settimanali può aiutare a garantire una dieta equilibrata e varia. Includere una varietà di frutta, verdura, cereali integrali e proteine vegetali in ogni pasto.
  2. Acquisto sostenibile: Scegliere alimenti prodotti localmente e stagionalmente può ridurre l’impatto ambientale. Optare per prodotti biologici e coltivati senza l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici può anche contribuire alla sostenibilità.
  3. Riduzione degli sprechi alimentari: Ridurre gli sprechi alimentari è una parte importante della Dieta per la Salute Planetaria. Conservare correttamente gli alimenti, utilizzare gli avanzi e pianificare le porzioni può aiutare a minimizzare gli sprechi.
  4. Educazione e consapevolezza: Educarsi e sensibilizzare gli altri sui benefici della Dieta per la Salute Planetaria può creare una comunità più consapevole e impegnata. Condividere ricette e informazioni può ispirare gli altri a fare scelte alimentari più sostenibili.
Gestione cookie