Atalanta a San Siro in Champions? Curve Inter e Milan minacciano rivolta

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 11 Luglio 2019 9:27 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2019 9:27
curva nord inter

La Curva Nord dell’Inter (foto da archivio ANSA)

MILANO – La Curva Nord dell’Inter si schiera contro l’idea di concedere San Siro all’Atalanta per le gare di Champions League. In attesa della scelta ufficiale della società, i tifosi definiscono l’ipotesi “scellerata”. Scelta che non piace anche a molti tifosi milanisti.

“Altra scelta scellerata. Atalanta a Milano no grazie”, scrive la tifoseria organizzata interista su Facebook. La minaccia è quella di presentarsi allo stadio, nel caso in cui l’Atalanta dovesse giocare a San Siro. “Invitiamo fin da ora tutti i frequentatori della Nord a ritrovarsi davanti al Baretto in tutte le occasioni in cui veramente l’Atalanta dovesse infestare il nostro stadio con la propria presenza per le partite di Champions. Il nostro dovrà essere un presidio civile nel limite del nostro diritto di una libera frequentazione di un locale pubblico con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’assurdità di una scelta dettata dagli interessi e che calpesta ogni logica”.

L’Atalanta, per la prima volta in Champions League, ha fatto richiesta ufficiale al sindaco milanese Beppe Sala nei giorni scorsi: il Gewiss Stadium di Bergamo è sotto trasformazione e potrebbe avere al massimo 16mila spettatori per le tre partite del girone, con il rischio di ospitare squadre del calibro di Real Madrid, Barcellona, Liverpool e altri top team europei. Ecco perché si è pensato di andare a San Siro.

Atalanta a San Siro non piace agli ultras del Milan

Il Comune di Milano ha aperto alla possibilità, lo stesso ha fatto l’Inter anche se solo ufficiosamente, mentre il Milan ha preso tempo e dovrebbe dare una risposta definitiva domani, venerdì 12 luglio. Il club rossonero vuole prima capire gli umori dei tifosi, storici rivali degli ultrà atalantini.

Intervistato da MilanNews.it, lo storico capo ultrà rossonero, Giancarlo Capelli, detto “Il Barone“, ha confermato come anche la Curva del Milan abbia “la stessa posizione. Da tifosi milanisti e interisti siamo gelosi del nostro stadio. Non sono i sindaci di Milano e Bergamo che devono prendere queste decisioni, i tifosi vanno ascoltati“. (fonte ANSA)