Atalanta, curva contro Andrea Masiello: “Vada via. Ha infangato la maglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2015 16:14 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 16:15
Atalanta, curva contro Andrea Masiello: "Vada via. Ha infangato la maglia"

Andrea Masiello contrasta Pasqual (Ansa)

BERGAMO – La curva dell’Atalanta non vuole Andrea Masiello e lo invita a cercare un’altra squadra. I tifosi bergamaschi non gli hanno perdonato la combine di Bari-Lecce che gli è costata una squalifica di tre anni. “Masiello ha pagato il conto con la giustizia e riteniamo corretto (oltre che legittimo) possa tornare a fare il calciatore professionista – premettono gli ultras -. Che possa tornare a farlo nell’Atalanta, invece, riteniamo non sia proprio il caso”.

La dura presa di posizione contro il difensore è stata pubblicata sulla rivista della curva e rilanciata su Facebook. “Masiello ha infangato (come altri, per carità, ma questo non può rappresentare un’attenuante) la nostra Maglia”, affermano gli ultras, che poi sottolineano l’esistenza di “regole morali” che dovrebbero consigliare al giocatore di non indossare più i colori nerazzurri. Alla curva non è piaciuto nemmeno l’atteggiamento dell’Atalanta: “Voler reintegrare Masiello può anche essere logico, sotto certi aspetti. Dal punto di vista tecnico può dare una mano, da quello finanziario è un investimento da preservare. Serve però chiarezza, lo si dica e basta. Così evitiamo di tirare in ballo i codici etici (l’Atalanta lo ha introdotto da poco, ndr)”.

I tifosi criticano anche la scelta di prestare volontariato, appoggiata dal club, nella comunità per minori gestita da don Fausto Resmini: sarebbe stato meglio evitare, dicono, di “fare grandi dichiarazioni di principio al momento dei fatti e di scomodare don Resmini, con annesse interviste strappalacrime rilasciate a una stampa tanto brava a perdonare chi ha sbagliato (se famoso), ma così intransigente con gli ultras…”.