Belgio maledetto. Rasmus Larsen morto. 3 atleti vittime attacco di cuore in 15 giorni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2015 11:48 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 11:48

ROMA – Lo hanno trovato morto nel suo appartamento. Per il Belgio, in questi giorni, sembra una maledizione. Perchè Rasmus Larsen, 20 anni, giocatore di basket è il terzo atleta a morire nel Paese in pochi giorni. Anche lui per un attacco di cuore come i calciatori Gregory Mertens e Tim Nicot.

Larsen, danese, giocava come centro in Belgio ma il suo sogno e la sua prospettiva era la Nba. Giocava nel Charleroi e la mattina del ritrovamento doveva partire con la sua squadra. Non si è presentato all’appuntamento e i compagni di squadra si sono insospettiti e sono andati subito a casa sua. Troppo tardi, però.

Qualche giorno prima, invece, un infarto aveva stroncato Mertens mentre era impegnato in una partita. Stesso identico destino, appena due giorni fa, per Tim Nicot, calciatore di 23 anni.