Calcio, oggi Italia-Romania: Prandelli punta su Balotelli e il 4-3-3

Pubblicato il 17 Novembre 2010 13:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 13:35

Doveva essere l’Italia di Cassano e Balotelli, per ora la nuova nazionale di Cesare Prandelli sembra un gioco alla rincorsa: quando manca uno c’è l’altro, e viceversa.

Solo una volta, la prima contro la Costa d’Avorio quest’estate a Londra, i due attaccanti scelti dal ct per rilanciare l’azzurro hanno potuto giocare insieme, tra l’altro con Supermario che aveva solo qualche giorno di preparazione nelle gambe e infatti durò pochi minuti prima di spegnersi.

Ora che Cassano è in ‘castigo’ a casa, l’Italia che Prandelli ha in mente per l’amichevole con la Romania ruota tutta attorno al ritrovato Balotelli.

”In Premier sta fornendo ottime prestazioni, spero le riproponga qui: ha voglia di portare in nazionale il suo entusiasmo”, ha detto il tecnico azzurro prima del test di Klagenfurt, ultimo appuntamento del 2010.

Ma c’è anche un’altra novità sostanziale, ed è Alberto Aquilani. ”Con lui il calcio italiano ritrova un calciatore importante”, è stata l’investitura di Prandelli, che di fatto ha anticipato l’impiego dello juventino in un centrocampo a tre piuttosto offensivo.

”Pochi come lui sanno verticalizzare il gioco – ha spiegato l’allenatore della nazionale – In più ha i tempi di inserimento in area, e sa riconquistare palloni nonostante non sia un tipo di centrocampista ‘aggressivo’.