Calcio/ Serie A: ripercorriamo la storia del campionato attraverso le statistiche

Pubblicato il 28 Luglio 2009 12:21 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 12:21
Meazza uno dei simboli del nostro calcio

Meazza uno dei simboli del nostro calcio

Il campionato di calcio di Serie A si prepara ad affrontare il suo 78°anno. Dei 20 club partecipanti ben nove erano presenti già nel primo campionato a girone unico del lontano 1929-30.

Inter, Genoa, Juventus, Napoli, Roma, Bologna, Milan, Livorno e Lazio sono i club in questione. Nella storia sono state 60 le squadre che hanno preso parte, almeno una volta, al campionato di Serie A.

L’Inter è l’unica squadra a non essere mai retrocessa nella serie cadetta. Juventus e Roma vantano solo un’assenza, rispettivamente 2005-06 e 1951-52.

Il Milan ha disputato, invece, due campionati di Serie B: 1981-82 e 1979-80. Nelle ultime 15 stagioni solamente Roma, Lazio, Milan, Inter e Udinese hanno giocato sempre nella massima serie.

Squadre storiche nel panorama calcistico italiano non si vedono in A da molto tempo. Il Casale è assente da 72 anni, la Pro Vercelli manca da 70 anni.

Il campionato ha offerto anche piccole realtà di provincia alla ribalta: Paolo Mazza portò in A la Spal e ci rimase per 16 anni, Costantino Rozzi garantì 14 anni di A all’Ascoli. Il caso più clamoroso è attuale: Chievo, piccolo quartiere di Verona, guidato fino ai preliminari di Champions League dal presidente Campedelli.

Dal 1930 in poi ci sono stati 15 casi di retrocessione immediata tra le 42 squadre promosse dalla cadetteria: statistiche alla mano le nuove arrivate hanno una possibilità su tre di retrocedere immediatamente.

In tutta la sua storia la Serie A ha registrato una media gol, per partita, attorno alle 2 reti. Compilando una classifica generale della Serie A, comprendente tutte le 60 squadre che hanno almeno un campionato alle spalle, si deve assegnare il primato alla Juventus che sorpassa l’Inter. Milan terzo e Roma quarta in questa speciale classifica.