Calciomercato Roma: arabi in prima fila, poi Angelucci e Angelini

Pubblicato il 16 luglio 2010 16:16 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2010 16:16

Rosella Sensi

L’incontro con i rappresentanti del fondo sovrano saudita – scrive il Corriere dello Sport in edicola oggi – ci sarebbe stato e vi avrebbero partecipato gli alti vertici di Unicredit. Circola anche il luogo: un lussuoso albergo nel cuore della Capitale.

L’indicrezione arriva il giorno dopo una precisazione di Unicredit, in cui si sottolineava come “Allo stato attuale non c’è nessun dossier sul tavolo per la vendita dell’As Roma”.

Lo puntualizzazione è stata fatta da un portavoce di UniCredit dopo le diverse indiscrezioni di stampa che parlavano di potenziali acquirenti per il club giallorosso.

In particolare, non è stato rilasciato nessun commento in merito all’ipotesi, riportata da alcuni organi di stampa, che la banca e l’advisor Rothschild siano in contatto con la famiglia sovrana saudita per valutare l’eventuale vendita della squadra capitolina.

Ma l’incontro, probabilmente c’è stato, così come i sondaggi da parte di imprenditori e cordare romane.

Primo su tutti Gianpaolo Angelucci, che si dice abbia già visionato la situazione contabile del club giallorosso. Poi l’imprenditore farmaceutico Francesco Angelini, che sembra sia a capo di una cordata pronta a rilevare la As Roma.