Trionfo azzurro nella Coppa del Mondo di sci: Bassino prima, Brignone seconda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Novembre 2019 21:51 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2019 21:51
Trionfo azzurro nella Coppa del Mondo di sci: Bassino prima, Brignone seconda

Bassino esulta dopo il trionfo nella Coppa del Mondo di sci (foto Ansa)

ROMA – Trionfo azzurro slalom gigante di Coppa del Mondo di Killington: ha vinto, primo successo in carriera, Marta Bassino in 1.38.19 e seconda Federica Brignone in 1.38.45 e miglior tempo nella seconda manche.
    Anche in questa quarta edizione del gigante di Killington la campionessa Usa MikaeLa Shiffrin non è riuscita a vincere ed ha chiuso 3/a in 1.38.48. Per l’Italia grande impresa anche di Sofia Goggia che, partita con l’alto pettorale 54, ha chiuso 11/a in 1.39.67 .

La bergamasca – velocista eccellente – guadagna così posizioni preziose anche in slalom gigante. Le altre azzurre in classifica sono poi Francesca Marsaglia 26/a in 1.40.96 e Laura Pirovano 30/a in 1.41.96.
    Domani è in programma uno slalom speciale. 

“E’ pazzesco! Si è realizzato un sogno e ancora quasi non riesco a crederci”. Queste le parole, subito dopo il primo successo dell’azzurra Marta Bassino, piemontese di 23 anni, nativa di Borgo San Dalmazzo (Cuneo). “Quando ho tagliato il traguardo e ho visto la luce verde ho capito che ce l’avevo fatta. E’ una gioia enorme e poi è bellissimo essere di nuovo sul podio con Federica”.

Il podio con Le due azzurre c’era già stato, infatti, anche due anni fa a Plan De Corones, anche se non nello stesso ordine. Marta – una vittoria, un secondo e quattro terzi posti nel palmares – oggi era stata per la prima volta al comando dopo la prima manche. Un peso e una pressione enormi per la discesa decisiva “Certo, per la seconda manche ero emozionata. Ma sapevo anche quel che dovevo fare: star calma, concentrarmi, attaccare, sciando bene”.

E’ esattamente quel che la giovane piemontese ha fatto, scendendo meravigliosamente sicura tra le porte della seconda manche disegnate dal tecnico azzurro Paolo Deflorian (fonte Ansa).