Coronavirus, Young elogia gli italiani: “Massima organizzazione, niente risse nei supermercati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2020 15:38 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 15:38
Coronavirus, Young elogia gli italiani: "Massima organizzazione, niente risse nei supermercati"

Coronavirus, Young elogia gli italiani: “Massima organizzazione, niente risse nei supermercati”

MILANO – Ashley Young, calciatore dell’Inter, ha speso parole di elogio per gli italiani per la loro capacità di affrontare il coronavirus nel migliore dei modi.

Le sue dichiarazioni social sono riportate da sport.sky.it.

“Volevo condividere i miei pensieri dato che attualmente vivo in Italia, l’epicentro del virus.

Realisticamente andare in un supermercato è ora il rischio principale, perché in questi luoghi si può diffondere il virus e si può correre il rischio di essere contagiati. 

In Italia quando si va lì c’è una calma sorprendente: niente lotte per il cibo, niente scaffali vuoti e nessuna lite col personale su limitazioni o altro!

In quasi tutti i casi di solito è solo una persona che fa acquisti per una famiglia! I supermercati hanno limitato il numero di persone che entrano, quindi non è mai troppo affollato!

Se dovete prendere l’ascensore con un’altra persona, state dal lato opposto e con la faccia rivolta verso il muro.

Usate sempre i guanti, fin da quando scendete dalla macchina, e toglieteli solo quando ci rientrate.

Usate una maschera per tenere coperti naso e bocca. Rispettate sempre la distanza di sicurezza.

Questo è ciò che stiamo facendo qui in Italia, non è una reazione eccessiva, bisogna stare al sicuro. E anche gli altri dovrebbero farlo. Non è orribile, è un modo per mantenere le distanze e aiutare a salvare vite“.

Coronavirus, tutti i calciatori dell’Inter che hanno lasciato l’Italia.

Gran parte dei giocatori stranieri dell’Inter ha lasciato l’Italia per raggiungere la propria famiglia all’estero.

E’ partito per il Belgio Romelu Lukaku, che nei giorni scorsi aveva detto di sentire la mancanza della madre e del figlio, e per l’Inghilterra Moses, Young ed Eriksen che ha passato le ultime due settimane da solo ad Appiano Gentile dopo la chiusura dell’albergo in cui alloggiava.

E’ volato verso l’Uruguay anche Diego Godin, mentre Brozovic e Handanovic avevano lasciato l’Italia ieri.

I giocatori stranieri hanno avuto il via libera dal club dopo aver trascorso quindici giorni in isolamento domiciliare dopo il contatto con Daniele Rugani in Juventus-Inter.

Nessun calciatore ha mostrato sintomi e quindi il club non ha eseguito tamponi di verifica per il coronavirus.
(fonte ANSA).