F1, GP Cina: Hamilton domina, Schumacher migliora

Pubblicato il 16 Aprile 2010 18:48 | Ultimo aggiornamento: 16 Aprile 2010 18:48

F1

L’uomo del giorno è Michael Schumacher: a Shanghai il sette volte campione del mondo appare in rimonta, dopo un ritorno alle gare, a tre anni dal ritiro, piuttosto opaco.

Nelle prove libere del Gran Premio di Cina, il tedesco della Mercedes ha fatto registrare il quarto miglior tempo: meglio ha fatto comunque il più giovane compagno di scuderia, Nico Rosberg, secondo. Davanti a tutti ha però sfrecciato la McLaren di Lewis Hamilton, che ha girato in 1:35:217.

E la partita delle prove del venerdì ai piani alti è stata giocata tutta tra la Mercedes e le Frecce d’argento, che infatti hanno piazzato il terzo tempo con il campione iridato in carica, Jenson Button. “La sessione di oggi – ha commentato Michael – è andata meglio di quello che mi aspettavo.

Il controllo è stato piuttosto buono e sembra che abbiamo fatto un piccolo passo avanti. Abbiamo fatto alcuni miglioramenti che hanno funzionato. Quindi sono abbastanza fiducioso che nel fine settimana le mie prestazioni generali non cambino molto da quelle delle prime tre gare.

Sono stato leggermente sfortunato nella mattinata perché ho bucato una delle gomme posteriori. Così nella seconda sessione ho avuto solo tre gomme nuove, ma alla fine tutto è andato bene”. Dietro alle McLaren e alle Mercedes si sono classificate le Red Bull di Sebastian Vettel e di Mark Webber. Settima è stata la sorprendente Force India di Adrian Sutil, ottava la Toro Rosso dello spagnolo Jaime Alguersuari.

Nona davanti alle due Ferrari si è piazzata la Renault del polacco Robert Kubica, che ha annunciato che porterà il lutto per tutto il fine settimana in omaggio ai suoi 96 concittadini, tra cui il presidente Lech Kaczynski, morti sabato scorso in un incidente aereo in Russia. Rosberg, il compagno di squadra di Schumacher che finora ha sempre fatto meglio del pluri-campione, ha sostenuto che la Mercedes ha fatto “dei buoni progressi. La tendenza sembra abbastanza simile a quella della Malaysia considerando la nostra prestazione in relazione a quelle degli altri ma dobbiamo aspettare e vedere come funzionano le cose domani”.

Hamilton ha sostenuto che anche se “siamo stati in testa in entrambe le sessioni, questo non significa che siamo i favoriti per questa gara. La macchina sembra che vada bene ma se si considerano tempi lunghi il nostro ritmo è abbastanza simile a quello degli altri”. Vettel, il pilota che più da vicino tallona la Ferrari di Massa nella classifica piloti, prevede per domani una qualificazione “molto tesa” perché “le Mercedes sono apparse competitive, come anche le McLaren e le Ferrari”.