F1. Gp Usa, Mercedes senza rivali nelle libere. Alonso terzo. Guai per Vettel

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 novembre 2014 0:07 | Ultimo aggiornamento: 1 novembre 2014 0:07
F1. Gp Usa, Mercedes senza rivali nelle libere. Alonso terzo. Guai per Vettel

F1. Gp Usa, Mercedes senza rivali nelle libere. Alonso terzo. Guai per Vettel

ROMA – Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg ma di pochissimo. Anche ad Austin la Mercedes è sempre la stessa e domina le libere dall’inizio alla fine senza lasciare agli altri la soddisfazione di avvicinarsi alle Stelle D’Argento. I due rivali per il Mondiale sono gli unici a scendere sotto la soglia dell’1’40” nelle libere di venerdì pomeriggio distaccando di oltre un secondo la Ferrari di Fernando Alonso terza nella lista dei tempi con un 1’40”189. Migliora rispetto alle prove del mattino la Rossa di Kimi Raikkonen che si piazza al sesto posto dietro alla Williams di Felipe Massa e alla Red Bull di Daniel Ricciardo.

Primo round sulla bellissima pista di Austin in Texas per il leader del Mondiale Hamilton che da qui all’ultimo Gp della stagione ad Abu Dhabi dovrà difendere 17 punti di vantaggio su Rosberg. Inglese che nell’ultima parte delle prove ha accusato dei problemi alla trasmissione che non dovrebbero però frenarlo in qualifica e gara: ”il cambio – spiega Hamilton al termine della prove ad Austin – e’ quello del venerdì e non della gara. Non ho problemi e non sono preoccupato per le qualifiche, la macchina va benissimo e non ho problemi.

La vettura – continua il pilota inglese della Mercedes – mi dà buone sensazioni anche se possiamo migliorare ancora un pò. Nico va bene e lo rispetto molto”. Compagno rivale a sua volta molto soddisfatto della sua Mercedes capace di dare oltre un secondo di distacco a tutti gli altri:

”Siamo in una situazione privilegiata – ammette Rosberg presentatosi al paddock con sul volto la maschera di Dart Fener, il cattivo di Guerre Stellari, per celebrare a suo modo Halloween – attaccherò al massimo qui e in queste ultime tre gare. La nostra macchina vola e sembra che la lotta qui sarà solo tra noi due. Io non ho nessun problema alla macchina”.

Fa progressi e esperimenti per il 2015 la Ferrari che con Alonso ha ottenuto il miglior tempo tra le vetture che inseguono le Mercedes: i piloti della scuderia di Maranello si sono concentrati anche sulla ricerca del migliore assetto e sulla valutazione degli pneumatici Medium portati dalla Pirelli. I due hanno anche testato alcune nuove parti della vettura. Da segnalare a fine sessione che Alonso, al pari di diversi altri piloti, ha provato il nuovo sistema Virtual Safety Car che la FIA sta valutando e che è basato su un tempo di riferimento al di sotto del quale, in caso di bandiera gialla per un incidente, i piloti non devono scendere.

Per aver cambiato per la sesta volta il motore la Red Bull di Vettel partirà domenica dalla pit-lane e nelle qualifiche di oggi ha badato più del passo gara che del tempo cronometrato. Ecco spiegato il 18/o e ultimo tempo del campione del mondo nelle prove del pomeriggio: ”è stata una prova diversa – ha ammesso Vettel – ci siamo concentrati per domenica, abbiamo avuto un problema di cambio e domani non credo che faremo qualifiche normali ma terremo il motore al minimo”.