Felice Belloli (quello delle “4 lesbiche”) sfiduciato dalla Lega Nazionale Dilettanti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2015 17:39 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2015 17:40

 

Felice Belloli (quello delle "4 lesbiche") sfiduciato dalla Lega Nazionale Dilettanti

Felice Belloli (Ansa)

ROMA – Felice Belloli non è più il presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Dopo la frase della scorsa settimane sulle calciatrici (“Basta soldi a queste quattro lesbiche”), giovedì pomeriggio a Fiumicino l’erede di Carlo Tavecchio è stato sfiduciato all’unanimità dal consiglio. Prima lui aveva rimesso il mandato (ma non si era dimesso) e abbandonato l’aula da un’uscita secondaria dell’albergo.

Ora la palla tocca proprio a Tavecchio: martedì prossimo in occasione del consiglio federale della Figc nominerà un commissario straordinario che dovrà traghettare la Lega a nuove elezioni. Sarà lo stesso Tavecchio a fare il commissario (per 90 giorni) di un mondo che conosce molto bene, essendone stato il leader per tantissimi anni: con lui due vicecommissari (uno dovrebbe essere l’avvocato Mario Gallavotti).

Con Belloli cade anche il suo vicario, Cosentino che ha gestito nel peggiore dei modi, in maniera contraddittoria e poco coraggiosa, la vicenda di quella frase sessista finita poi a verbale.