Le partite ai tempi del Covid non piacciono a Gattuso: “Questo non è calcio, è un altro sport”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Luglio 2020 18:35 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2020 18:35
Le partite ai tempi del Covid non piacciono a Gattuso: "Questo non è calcio, è altro sport"

Le partite ai tempi del Covid non piacciono a Gattuso: “Questo non è calcio, è un altro sport” (foto Ansa)

“Questo non è calcio, è un altro sport”. A Gattuso non piace il calcio ai tempi del Covid.

Nonostante abbia vinto il primo trofeo italiano assegnato durante il Covid, Gattuso si scaglia contro il calcio praticato in questo periodo così particolare.

Secondo Gattuso, non è calcio ma è un altro sport perché le partite vengono disputate senza tifosi e sotto un sole cocente (Lo scorso anno, di questi tempi, i calciatori si stavano godendo la vita in mete esotiche).

Le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore del Napoli ai microfoni di Sky Sport sono riportate dal Corriere dello Sport.

I gol presi non sono mancanza di equilibrio, vanno anche contemplati i 50 pali e la sfortuna. Ma stiamo facendo un altro sport, non è calcio questo senza tifosi e giocando così tanto. I giocatori non sono robot, escono fuori risultati strani. Non si può dire nulla al Napoli, dobbiamo essere soddisfatti.

L’Udinese si è difesa molto bene, è una squadra molto fisica, noi abbiamo giocato bene dando poca profondità. Il rammarico è il gol preso alla prima occasione loro, questo mi fa arrabbiare. La squadra comunque ce l’ha messa tutta ed è una vittoria importante, ci fa proseguire con più tranquillità il nostro cammino”.