Euro 2012, Germania-Portogallo: formazioni, Cristiano Ronaldo, Gomez, titolari

Pubblicato il 9 Giugno 2012 10:06 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2012 10:06

VARSAVIA, POLONIA – Le formazioni di Germania-Portogallo, partita valida per la prima giornata del Gruppo B di Euro 2012 e in programma a Lviv, con inizio alle 20,45,  Germania (4-3-2-1): 1 Neuer, 20 J. Boateng, 14 Badstuber, 5 Hummels, 16 Lahm, 18 Kroos, 6 Khedira, 13 T. Mueller, 8 Ozil, 21 Reus, 23 Gomez.

(12 Wiese, 22 Zieler, 3 Schmelzer, 4 Howedes, 17 Mertesacker, 2 Gundogan, 7 Schweinsteiger, 9 Schuerrle, 15 Bender, 19 Goetze, 10 Podolski, 11 Klose). All.: Loew.

Portogallo (4-3-2-1): 1 Eduardo, 21 Pereira, 2 Bruno Alves, 3 Pepe, 5 Coentrao, 16 Meireles, 4 Veloso, 8 Moutinho, 17 Nani, 7 Cristiano Ronaldo, 23 Postiga. (12 Rui Patricio, 22 Beto, 13 Costa, 14 Rolando, 19 Lopes, 6 Custodio, 10 Quaresma, 15 Ruben Micael, 20 Viana, 9 Almeida, 11 Oliveira, 18 Varela). All.: Bento.    Arbitro: Lannoy (Francia).    Quote Snai: 1,95; 3,30; 3,85.

La giovane selvaggia Germania, di fronte al Portogallo fondato su Cristiano Ronaldo. La seconda giornata degli europei propone, a Lviv, in Ucraina, il primo piatto forte.

Paulo Bento, tecnico portoghese, vuol vincere per dare una gioia al proprio popolo, per aiutarlo, almeno un po’, a non pensare ai problemi economici che lo affliggono. Con un pizzico di gusto in piu’, magari, nel farlo proprio contro la Germania.    I tedeschi, tanto per cambiare, arrivano all’Europeo nel lotto delle favorite. La squadra giovane, grintosa e irriverente che tanto aveva ben impressionato al mondiale sudafricano arrivando in semifinale, e’ cresciuta, ha due anni di esperienza in piu’, i suoi giovanissimi talenti si sono coltivati sui campi del calcio che conta.    Alla guida c’e’ sempre Loew, che con quella sua aria da fratello maggiore di ragazzini scapestrati che alla disciplina prussiana aggiungono un tocco latino con un discreta compagnia di palleggiatori, non si nasconde e punta dritto al bersaglio grosso.

”Siamo una squadra – ha detto il ct tedesco – che in questi ultimi anni hanno dimostrato di divertirsi molto a giocare insieme: sono ambiziosi e disciplinati. All’europeo ci sara’ un livello elevato, bisogna mettersi di fronte alle squadre piu’ forti del mondo”. E la gioventu’, certo, a volte puo’ anche essere un limite non di poco conto. ”Abbiamo una squadra giovane – ha detto – ma io amo la gioventu’, il dinamismo e la qualita’ di gioco: le metto al di sopra di tutto, esperienza compresa”.    Se Loew dice di non avere dubbi sulla formazione da opporre al Portogallo, Paulo Bento non sa se avra’ a disposizione Nani, uscito malconcio dall’ultima amichevole. Ma la star, naturalmente non potra’ che essere Cristiano Ronaldo. Spettera’ a lui scrollare di dosso dai suoi l’aura da eterna incompiuta che spesso li perseguita.

”La Germania – ha detto il 7 del Real – e’ una delle grandi favorite, insieme ad Olanda, Spagna e Italia: tutte loro possono vincere. Io spero pero’ che il Portogallo sia la sorpresa del torneo”. A cominciare dal match di questa  sera: ”noi ovviamente scendiamo in campo per vincere – ha ribadito Cristiano Ronaldo, che affrontera’ i suoi compagni di squadra Oezil e Khedira – ma anche un pareggio non sarebbe per niente male”.