Gianluca Petrachi è il nuovo direttore sportivo della Roma, contratto fino al 2022

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2019 21:24 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2019 9:10

Gianluca Petrachi è nuovo direttore sportivo della Roma, contratto fino al 2022. Foto ANSA/SIMONE ARVEDA

ROMA – Dopo aver ufficializzato Fonseca come nuovo allenatore, la Roma ha ufficializzato anche Gianluca Petrachi come nuovo direttore sportivo dei giallorossi. L’ex dirigente del Torino dovrà ricostruire una squadra che lo scorso anno ha deluso concludendo il campionato in sesta posizione.

Dopo aver lavorato nell’ombra per settimane Gianluca Petrachi può uscire allo scoperto. La Roma ha infatti ufficializzato il suo ruolo di direttore sportivo giallorosso. Formalmente l’incarico partirà dal 1 luglio, ma già da tempo l’ex tesserato del Torino si sta occupando del mercato romanista.

Petrachi ha firmato un contratto che lo legherà alla Roma per tre stagioni, fino al 2022. “Sono contento di dare il benvenuto a Gianluca nel nostro team – ha dichiarato il Ceo del club Guido Fienga. Sono certo che con la sua competenza rappresenterà una risorsa importante all’interno del management”.

“La Roma rappresenta per me un’avventura ambiziosa e incredibilmente stimolante – le parole del neo ds giallorosso -. Conosco bene le aspettative di un club e di una piazza così importanti, proprio per questo ho accettato immediatamente questa sfida”.

Il Torino ha rescisso il contratto, in scadenza il 30 giugno 2020, che ancora lo legava a Gianluca Petrachi. Lo rende noto il club granata dopo che la Roma ha annunciato l’ingaggio, dal primo luglio, del neo ds. Freddo il saluto della società granata che ringrazia “Petrachi per il contributo nella crescita del club in questi dieci anni con l’augurio di buon lavoro nel prosieguo della sua carriera”.
Negli ultimi mesi, del resto, non sono mancate le frecciatine tra il dirigente e il presidente Urbano Cairo, che non ha digerito le indiscrezioni secondo cui Petrachi stava già lavorando per la società giallorossa.

Al Toro si apre ora la partita per la successione a Petrachi. In pole c’è Massimo Bava, artefice dei recenti successi del settore giovanile, che dovrebbe essere affiancato da Emiliano Moretti, fresco di addio al calcio giocato (fonte Ansa).