Italia-Svezia, Ventura? Passare potrebbe non bastare: Ancelotti alla finestra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2017 10:31 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2017 10:31
italia-svezia-ventura

Italia-Svezia, Ventura? Passare potrebbe non bastare: Ancelotti alla finestra

ROMA – Passare il playoff contro la Svezia e aggiudicarsi così la partecipazione al Mondiale in Russia, potrebbe non bastare a Giampiero Ventura per mantenere la panchina dell’Italia. Quel che infatti finora è mancato a questa Nazionale sono sprazzi di bel gioco, o maglio, un’idea di gioco ben precisa. Troppi cambi di modulo e di interpreti di partita in partita e adesso una qualificazione ai Mondiali in bilico. Ma chi allenerebbe l’Italia nel caso n cui Ventura venisse cacciato? Un disoccupato di lusso: Carlo Ancelotti.

Questa sera l’Italia del calcio si gioca i mondiali di Russia 2018: gli azzurri di Giampiero Ventura, dopo la sconfitta per 1-0 dell’andata, sono a un passo da una disastrosa mancata qualificazione che manca dal 1958. A San Siro, insomma, potrebbe consumarsi una sorta di dramma calcistico che avrebbe pesantissime ripercussioni sia sulla Federazione sia in termini economici (il mancato introito in caso di fallimento della missione-Mondiale è stimato in circa 100 milioni di euro).

Ventura e gli azzurri, insomma, si giocano tutto in 90 minuti. E per Ventura potrebbero essere gli ultimi 90 in azzurro, comunque vada. Già, perché nonostante il contratto fino al 2020, in caso di qualificazione la carta Carlo Ancelotti sarebbe sul tavolo della Federazione (in caso di ko, scontato l’immediato esonero). Dietro alla partita del Meazza, dunque, si nasconde anche una importante manovra che mira a portare Carletto sulla panchina azzurra anche soltanto per un mondiale. Ad opporsi, in Figc, ci sarebbe soltanto Carlo Tavecchio, che fronteggerebbe però – sottolinea Repubblica – una nutrita opposizione.