Juventus senza Cristiano Ronaldo, la Lega coreana chiede i danni

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2019 18:22 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2019 18:22
Juventus senza Cristiano Ronaldo Lega Coreana chiede danni

Juventus, Cristiano Ronaldo esulta dopo il gol segnato al Tottenham durante la tournée asiatica (foto Ansa)

TORINO – La Juventus è scesa in campo in Corea del Sud senza il suo fuoriclasse Cristiano Ronaldo. La Lega coreana non l’ha presa bene, così come i 66.000 spettatori presenti allo stadio, e ha decisione di chiedere i danni alla Juventus perché, da contratto, Cristiano Ronaldo avrebbe dovuto giocare almeno 45 minuti. 

L’azienda organizzatrice dell’evento, TheFasta, ha rilasciato una nota ufficiale che è riportata da Sport Mediaset sul suo sito internet: “Dopo aver visto che Ronaldo non era entrato in campo neanche ad inizio ripresa, abbiamo chiesto alla Juventus di onorare il contratto. Ci hanno risposto che conoscevano la clausola ma il calciatore era infortunato. In seguito non hanno risposto alle nostre chiamate”.

Juventus costretta al 3 a 3 dal team coreano. Cr7 non è sceso in campo. 

Si chiude con un pareggio, 3-3, contro il Team K-League la tournée asiatica della Juventus. I bianconeri di Sarri hanno rimontato la seleziona sudcoreana dopo essere stati in svantaggio per 3-1 nel match iniziato con 55 minuti di ritardo a causa del traffico di Seoul che ha bloccato il pullman bianconero.

Dopo il vantaggio coreano di Osmar, la Juventus ha pareggiato con Muratore, subendo però allo scadere del primo tempo il nuovo vantaggio degli asiatici con rete di Cesinha, che ha festeggiato imitando l’esultanza di Ronaldo.
    Nella ripresa terza rete coreana con Taggart prima dei gol di Matuidi e Pereira per il 3-3 finale.

“Abbiamo tanti giocatori a casa e per questo abbiamo dato spazio ai giovani”. Maurizio Sarri chiude la tournée in Asia della Juventus con il 3-3 contro il Team K-League, selezione del campionato sudcoreano. La squadra ha fatto il pieno d’entusiasmo, ma per vedere la vera Juve ci vorrà ancora del tempo.
   

“Adesso per dieci giorni ci possiamo allenare senza partite e fare una buona preparazione – osserva il tecnico -. Abbiamo giocato in un bellissimo stadio con grande pubblico e manto perfetto”.
   

Non ha fatto parte della partita Cristiano Ronaldo, rimasto in panchina. “Era previsto che giocasse meno, gli ho parlato ed era affaticato – spiega Sarri -. Quindi abbiamo deciso di tenerlo a riposo” (fonti Sport Mediaset e Ansa).