Mahrez porta in finale l’Algeria e dedica il gol al deputato lepenista francese che gufava contro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2019 12:47 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2019 12:51
Mahrez porta in finale l'Algeria e dedica il gol al deputato lepenista francese che gufava contro

Riyad Mahrez esulta dopo il gol decisivo in Coppa d’Africa (foto Ansa)

ROMA – L’Algeria è la seconda finalista della Coppa d’Africa di calcio. La squadra allenata da Djamel Belmadi, nella semifinale disputata sul campo dell’International Stadium, al Cairo, ha battuto 2-1 la Nigeria. Decisivo il calcio di punizione al 95° della stella del Manchester City Riyad Mahrez: un colpo da campione che ha mandato in visibilio i tifosi algerini. Anche troppo, guardando a quello che è successo in Francia dopo il passaggio in semifinale, dove l’entusiasmo della vasta comunità di origine nordafricana si è presto trasformato in occasione di scontri devastazioni e vandalismi gratuiti.

E critiche ostili, sempre dalla Francia, all’indirizzo della squadra algerina venate di un malcelato razzismo. L’eroe della serata non se ne è dimenticato. Sul suo profilo ha dedicato con sarcasmo la vittoria a un deputato della destra estrema lepenista, Julien Odoul, esponente politico regionale del Rassemblement National. Che in un suo post invitata senza troppi complimenti i francesi a tifare Nigeria per liquidare la questione. (“Per evitare ulteriori violenze e saccheggi, per evitare l’ondata di bandiere algerine, per preservare la nostra festa nazionale, non aspettatevi nulla da Castaner (ministro dell’Interno francese, ndr). Fidati degli 11 giocatori nigeriani!”).

Mahrez gli ha risposto prima sul campo poi sui social: “Questo calcio di punizione è per te. Siamo uniti” con corredo di bandierine di Francia e Algeria. Punizione e vendetta serviti con classe cristallina.

Il campione del Manchester City ha poi aggiunto: “Il calcio è più grande dell’odio, buona serata”. La replica di Odoul non si è fatta attendere: “È troppo onore (ricevere la tua risposta, ndr). Il tuo calcio di punizione decisivo è stato notevole tanto quanto sono insopportabili le gravi devastazioni dei tuoi “sostenitori” in Francia. Sii bravo a denunciarli con forza e a chiedere calma”, ha scritto il politico. Questa mattina il ministro dell’Interno francese ha annunciato gli arresti di 282 algerini, tra ieri sera e le prime ore di oggi. (fonte Gazzetta.it)