Mancini: “Mihajlovic? Quando la sua auto gialla venne scambiata per un taxi…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 Maggio 2020 18:54 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2020 18:54
Mancini: "Mihajlovic? Quando la sua auto gialla venne scambiata per un taxi..."

Mancini: “Mihajlovic? Quando la sua auto gialla venne scambiata per un taxi…” (foto Ansa)

BOLOGNA – Show di Roberto Mancini nel corso di una diretta social con i ragazzi del settore giovanile del Bologna.

Prima di parlare della Nazionale, il ct azzurro ha raccontato un aneddoto sull’ex compagno di squadra Sinisa Mihajlovic.

“Vi racconto un aneddoto divertente sul vostro allenatore Mihajlovic.

Quando giocavamo insieme alla Sampdoria, lui aveva una macchina gialla.

Era una macchina sportiva, se non ricordo male una BMW…

Un giorno Sinisa andò alla stazione di Genova per andare a prendere sua moglie Arianna che era appena arrivata…

Mentre stava aspettando l’arrivo di Arianna, ad un certo punto una persona è entrata nei sedili posteriori della sua vettura…

Sinisa si è rivolto a questa persona dicendogli: “Che c… fai?”. 

Allora questa persona gli rispose: “Ma perché non è un taxi?!”.

Ma vi rendete conto? Avevano scambiato la sua macchina gialla per un taxi… ah ah!”.

Poi il ct ha parlato della Nazionale.

“Per me tutti i calciatori forti possono arrivare in Nazionale, anche se non giocano in Serie A.

Probabilmente sono il primo ct a pensarla in questa maniera ma per me è così…

Ho esordito nel Bologna a 16 anni perché avevo talento ma anche perché ho trovato un allenatore che ha avuto il coraggio di gettarmi nella mischia.

Ecco perché ho convocato Zaniolo anche se era praticamente uno sconosciuto.

Quando ho convocato Zaniolo, non aveva ancora esordito in prima squadra e aveva zero presenze in Serie A.

L’ho convocato perché rimasi impressionato dalle sue prestazioni nell’Europeo Under 19. 

A voi giovani del Bologna dico questo, allenatevi duramente, se siete forti vi convocherò in Nazionale anche direttamente dal settore giovanile…”.