Roland Garros, Marco Cecchinato in lacrime: “Mi batteva forte il cuore. Ho fatto tanti sacrifici”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 giugno 2018 21:40 | Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2018 21:40
Roland Garros, Marco Cecchinato nella storia: "Mi batteva forte il cuore. Ho fatto tanti sacrifici" (foto Ansa)

Roland Garros, Marco Cecchinato nella storia: “Mi batteva forte il cuore. Ho fatto tanti sacrifici” (foto Ansa)

ROMA – Marco Cecchinato è entrato nella storia battendo Novak Djokovic e volando alla semifinale del Roland Garros. Tre ore e trenta minuti per costruire l’impresa dell’anno.

Il tennista palermitano ha battuto l’ex numero uno al mondo, Novak Djokovic, con il punteggio di 6-3, 7-6, 1-6, 7-6. E dopo quarant’anni così un italiano è tornato in una semifinale di un grande slam.

L’ultimo era stato Corrado Barazzutti qui a Parigi nel 1978.

E Cecchinato ancora non ci crede e non riesce a trattenere le lacrime al termine del match: “Mi batteva molto forte il cuore – dice il tennista – lui ha spinto e alla fine giocava meglio e iniziavo a crederci meno, ma ora sono in semifinale”.

E ancora: “Ho iniziato il match convinto che non avevo nulla da perdere e ho cominciato a crederci, non pensavo di fare questa partita. Sono stato aggressivo, convinto di vincere, coraggioso e perfetto. Ho fatto tanti sacrifici, è incredibile aver raggiunto le semifinali”.

 

“Il finale della partita è stato di grande intensità e ricco di emozioni. Sui match point Novak ha giocato in modo incredibile, prima con quella volée bloccata e poi con un diritto sulla riga ma io avevo fatto la cosa giusta, così come sulla risposta che mi ha dato il successo”. E ora sotto con Thiem. Venerdì c’è le semifinale.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other