Mihajlovic in lacrime: “Ho la leucemia ma vincerò questa partita” VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 13 Luglio 2019 23:14 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2019 11:56
Mihajlovic in lacrime: "Ho la leucemia ma vincerò questa partita"

Mihajlovic si ferma e scoppia in lacrime durante la conferenza stampa dove annuncia di avere la leucemia (fermo immagine Sky Sport)

BOLOGNA – Mihajlovic ha la leucemia. Lo ha annunciato lui stesso in una conferenza stampa nel centro sportivo del Bologna a Casteldebole con delle parole che hanno commosso tutti. Il tecnico è scoppiato in lacrime ma ha dichiarato guerra alla malattia: “Sono sicuro che la sconfiggerò. Lo devo alla mia famiglia e a tutte le persone che mi vogliono bene”. 

La conferenza stampa è iniziata con le dichiarazioni del direttore sportivo del Bologna Walter Sabatini: “Il mister ha voluto incontrare la stampa con grande coraggio per spiegare la sua situazione di salute. Noi gli siamo vicini. Quest’uomo alla mia destra è il nostro condottiero e lo sarà fino a fine contratto. Noi siamo a suo fianco e lo saremo sempre. Siamo sicuri del fatto che il mister sconfiggerà la sua malattia. Io preferisco Sinisa, anche malato e non al 100%, a qualsiasi altro allenatore”. 

Poi ha preso la parola un commosso Sinisa Mihajlovic: “Quando sono arrivato Walter non stava bene e mi ha rubato la scena così ho fatto di tutto per stare peggio di lui e tornare sotto i riflettori. Ho chiesto riservatezza alla stampa perché volevo essere il primo a spiegare pubblicamente la mia situazione. Purtroppo alcuni giornali hanno preferito vendere cento copie in più ma questi giornalisti hanno perso sicuramente la mia amicizia. 

5 x 1000

Ho fatto alcune analisi che hanno evidenziato delle anomalie. Dirò la verità, dirò le cose come stanno. Ho detto che avevo la febbre per togliermi i riflettori addosso e per tranquillizzare mia moglie. Anche se non ci ha creduto perché non avevo la febbre da venti anni. Ho fatto ulteriori test dai quali è emerso che ho la leucemia.

Per me è stata una brutta botta. Sono stato due giorni chiuso in camera. Ho pianto, ho riflettuto, è stato un duro colpo. Mi è passata tutta la vita davanti. Ora sono in lacrime ma non sono lacrime di paura. Anzi ho coraggio, l’affronterò a testa alta.

Voglio batterla. Martedì andrò all’ospedale e inizierò la mia battaglia per vincerla. La mia leucemia è in forma acuta ma ho ancora delle possibilità di vittoria perciò darò tutto me stesso. L’ho annunciato anche ai miei calciatori attraverso una video conferenza. Ho detto loro che affronterò la malattia come loro affrontano le partite.

Bisogna aggredire l’avversario per batterlo. Io vincerò questa battaglia. La vincerò per mia moglie, per i miei figli, per la mia famiglia. Ringrazio tutti quelli che mi hanno mandato migliaia di messaggi ma volevo stare da solo. Non gli ho risposto ma sono sicuro che mi capiranno. Ringrazio tutto il Bologna perché mi hanno fatto sentire uno di famiglia”. 

“Il 28 febbraio ho fatto degli esami ed era tutto a posto, a fine maggio pure. Ho fatto un semplice esame del sangue in questi giorni e ho scoperto di avere la leucemia. Tutti pensiamo di essere invincibili, ma non è così. L’unica cosa da fare è provare a prevenire queste situazioni. Questa cosa può succedere a tutti. La malattia ti cambia la vita ed è più facile combatterla soltanto grazie alle prevenzione. Spero di poter raccontare di aver vinto anche questa battaglia”.

Dopo le dichiarazioni del tecnico, sono arrivate quelle del medico del Bologna Gianni Nanni che ha rassicurato sul fatto che il tecnico potrà continuare ad allenare (qui il video). Nanni ha spiegato come si sono accorti della leucemia: “Il giorno prima del ritiro abbiamo temuto che Sinisa potesse avere la leucemia. La cosa è iniziata con un sospetto, nell’arco di cinque giorni abbiamo scoperto la verità. La certezza è arrivata prima del ritiro.Oggi è possibile guarire dalla leucemia anche in tempi brevi”.

“Il mister sta bene, non è vero che aveva la febbre. Scusateci per la bugia, il mister non ha nessun sintomo. Si è presentato con un problema tipico di uno sportivo dopo le vacanze. Abbiamo fatto una risonanza magnetica dove è emerso che c’era un segnale a livello osseo da indagare. Mihajlovic comincerà le cure martedì, verrà ricoverato in ospedale. Poi potrà recuperare la sua attività. Non possiamo dire quanto tempo ci vorrà perché non conosciamo ancora il tipo di leucemia. Mihajlovic tornerà più forte di prima.Chiediamo il massimo riserbo per il mister nelle prossime settimane in cui faremo tutte le cure necessarie”.

L’intervento è stato chiuso dal ds Walter Sabatini che lo aveva anche aperto: “Il mister ha parlato a tutti e mi sembra una cosa molto bella. La famiglia Saputo è al fianco del mister, andiamo avanti tutti insieme. Io mi sarei nascosto in una grotta al posto di Mihajlovic”.

Il video dell’Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev con l’annuncio commovente di Mihajlovic: “Ho la leucemia ma vincerò questa partita. Affronterò la malattia e la sconfiggerò a testa alta e con il petto in fuori”.