Milan in crisi: Barbara Berlusconi-Galliani ai ferri corti, Balotelli bocciato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2013 0:27 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2013 0:27
Milan in crisi: Barbara Berlusconi-Galliani ai ferri corti, Balotelli bocciato (immagini tv Sky)

Milan in crisi: Barbara Berlusconi-Galliani ai ferri corti, Balotelli bocciato (immagini tv Sky)

BARCELLONA, SPAGNA – Milan in crisi. Adriano Galliani e Barbara Berlusconi delusi – e distanti – in tribuna. Mario Balotelli in panchina per un tempo.

Leggi anche: gelo tra Barbara Berlusconi e Adriano Galliani in tribuna autorità (clicca qui per guardare le foto)

Massimiliano Allegri costretto a spiegare un’altra sconfitta e i motivi dell’esclusione dell’attaccante, che rivendica come ”scelta tecnica” e basta, insomma niente a che vedere con lo scontro in società. Sono tanti i fermi immagine del momento no Milan, nella serata della sconfitta al Camp Nou che non compromette nulla ma prolunga la striscia negativa dei rossoneri.

”Mario è rimasto in panchina per scelta tecnica: le sue ultime partite erano state bruttine, deve crescere molto. D’altra parte, prima di arrivare al Milan era una riserva, si deve abituare a giocare ogni tre giorni”, le parole del tecnico: un dato di fatto, visto il ruolo di Balotelli all’Inter di Mourinho e nel City di Mancini – dove però il parco attaccanti era ricchissimo -, ma anche parole che non faranno piacere agli estimatori di Balotelli e forse neanche al giocatore, sempre più corpo estraneo al pianeta Milan.

”L’ho fatto anche per il bene di Balotelli”, aggiunge il tecnico. ”Mario veniva da un problema di gastroenterite con la Nazionale, le ultime prestazioni non sono state brillanti e quindi ho puntato sulla coppia d’attacco dell’andata – le parole di Allegri – Deve crescere, ci si aspetta molto da lui. Ha la possibilità di migliorare, ma deve abituarsi a giocare ogni tre giorni”. Ma è stato qualcuno a ‘consigliare’ ad Allegri di non far giocare Balotelli.

”La società? Non mi toccano queste questioni – risponde il tecnico -. Ho chiamato come sempre il presidente prima della partita e gli ho detto che Balotelli non avrebbe giocato, come l’ho detto a Galliani. Sono io l’allenatore e decido io. Mario non è un problema. Ha fatto cose importanti ma un giocatore quando fa brutte prestazioni è normale che abbia una giornata di riposo. Ricordiamo che a 23 anni è un giocatore importante. E io sono soddisfatto della prestazione della squadra, sullo 0-0 abbiamo sbagliato alcune palle. I ragazzi hanno concesso poco, ma avevano di fronte la squadra più forte che c’è”. Da Balotelli al Milan.

”Sono soddisfatto della prestazione della squadra: nel primo tempo abbiamo sbagliato qualche palla in uscita ma nel secondo abbiamo fatto bene – la convinzione di Allegri -. Devo fare i complimenti ai ragazzi, abbiamo tenuto testa al Barcellona e fino a sette minuti dalla fine siamo stati in partita. Il mio futuro? L’allenatore è legato ai risultati, sarà la società a valutare ma io alla squadra non ho nulla da rimproverare sulla prova di stasera”.