Juventus, Napoli, Cagliari, Chievo: rating etico. Fair play, anche nei bilanci

Pubblicato il 17 agosto 2012 19:44 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2012 19:47
antonio conte

Antonio Conte (foto Lapresse)

MILANO – Juventus, Napoli, Chievo e Cagliari sotto osservazione “etica”: esiste un’agenzia di rating di sostenibilità, che ha deciso di valutare appunto il comportamento “etico” di alcune società di serie A.

L’agenzia si chiama Standard Ethics e ha deciso di mettere sotto osservazione questi 4 club. Come si fa con le banche, o con gli enti. Quali saranno i criteri in base a cui si svilupperò il giudizio dell’agenzia? Partite truccate, giocatori squalificati, conti in rosso.

Obiettivo della ricerca: cercare una soluzione alla crisi di reputazione che affligge quello che una volta veniva definito “il più bel campionato del mondo”. E che ora invece finisce sui giornali non per quello che succede in campo ma per le partite che si giocano in tribunale.

Una prima valutazione arriverà tra novembre e dicembre mentre il rating ufficiale verrà confermato a giugno 2013, a campionato concluso. Verrà valutato il comportamento dei giocatori in campo, le tifoserie sugli spalti ma anche la trasparenza dei bilanci e il modo di comunicare delle società.

L’obiettivo è quello di stimolare il “fair play”, sia quello finanziario che di gioco e migliorare non solo la reputazione dei club ma anche del ‘sistema Italia’. Questo sarà solo il punto di partenza perché nel 2013 la valutazione verrà allargata al campionato spagnolo, francese e britannico e Standard Ethics punta a coprire gran parte del mercato europeo entro il 2014.