Rudi Garcia: “Ko Juve? Conta cammino della Roma”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 ottobre 2014 0:08 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2014 0:09
Rudi Garcia: "Ko Juve? Conta cammino della Roma"

Rudi Garcia (LaPresse)

ROMA – “Il gol del Genoa? Io sono concentrato sulla nostra vittoria, e l’ho saputo quando sono rientrato negli spogliatoi, ma non importa, quello che conta è che la Roma continui sulla sua strada che non mi pare tanto male finora con sette vittorie in nove partite”.

Rudi Garcia, allenatore di una Roma oggi seguita in tribuna dal tifoso eccellente Evo Morales, Presidente della Bolivia, si gode il successo della sua squadra sul Cesena senza pensare al contemporaneo ko della Juventus a Marassi che la riporta in vetta alla classifica assieme ai bianconeri.

“Per noi era importante vincere, tutti gli altri risultati sarebbero stati negativi – sottolinea il tecnico francese dopo il 2-0 rifilato alla formazione di Bisoli -. Siamo stati bravi a segnare subito (con Destro, ndr), è importante quando si affrontano squadre chiuse. Eravamo un po’ sottotono nel primo tempo, è mancata un po’ di pazienza, mentre nella ripresa abbiamo gestito un palleggio di qualità, sicuri che avremmo potuto sfruttare i calci piazzati ed è arrivato il secondo gol”. Realizzato da De Rossi che, a differenza di Garcia, ringrazia Antonini per il gol in pieno recupero che ha mandato al tappeto la Juventus.

“Il gol del Genoa è stato più importante per noi di quello che ho segnato io – confessa il centrocampista -. Il campionato italiano è difficile, noi e la Juve probabilmente siamo le squadre più forti e credo che ce la giocheremo fino alla fine. La stagione sarà una altalena”.

“Credo che non abbiamo fatto una grandissima partita oggi – aggiunge quindi De Rossi -, non abbiamo stordito l’avversario come capitato in passato, forse anche per un po’ di stanchezza che è fisiologica. Ma era importante vincere perché sapevamo che la Juve poteva fermarsi”. Soddisfatto nonostante il ko il tecnico del Cesena, Bisoli.

“Tolti i primi 10′ minuti ho visto un’ottima squadra, abbiamo anche avuto l’occasione per pareggiare – l’analisi dell’allenatore -. Avevamo di fronte la prima della classe, l’impatto non è stato dei migliori. Abbiamo preso subito lo schiaffo, ma nella ripresa abbiamo fatto benissimo, e meritavamo anche il pareggio. Sono contento, ma dobbiamo voltare pagina, abbiamo incontrato tutte le prime della classe, ora comincia il nostro campionato”..