Roma, Totti attacca l’Inter: “Ci hanno rubato due scudetti”

Pubblicato il 21 luglio 2010 12:50 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2010 12:58

Totti e lo scudetto perso con l’Inter. La polemica non accenna a placarsi. Anzi, dal ritiro di Riscone di Brunico, il capitano della Roma mira al bersaglio grosso e parla di scudetti rubati: «Quest’anno – spiega – lo scudetto lo abbiamo perso noi nel secondo tempo contro la Samp. E alla fine è giusto così, quando una squadra vince tre competizioni su tre va solo fatto un plauso a tutto l’organico».

Però per gli ultimi anni Totti non la pensa così. «Ci hanno rubato due scudetti» taglia corto con amarezza. Sulla possibilità di adottare tecnologie in campo per evitare errori clamorosi durante le partite è caustico. «Dovrebbero mettere le telecamere, fare qualcosa, però allo stesso tempo sarebbe un altro campionato per questo non le mettono. Altrimenti sarebbe tutto più semplice, almeno così hanno da lavorare».

E poi le frecciate all’Inter sulle vicende arbitrali. Si può dire che l’Inter sia come la Juventus di qualche anno fa? «E’ cambiato poco, cambiano solo i colori. Mancano i fischi degli arbitri? Quelli mancano sempre, il problema è che gli altri sono più forti ma sono anche tutelati da tutti. I torti ci sono sempre, poi provi sempre a pensare che sia tutto fatto in buona fede, ma ci pensi». Rimanendo in argomento arbitri, Braschi sarà il nuovo designatore: «Gli faccio un in bocca al lupo».