Senad Lulic scuse a Rudiger: “Frase infelice, conosco pregiudizi etnici”

di Spartaco Ferretti
Pubblicato il 5 dicembre 2016 15:12 | Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2016 15:23
Senad Lulic scuse a Rudiger: "Frase infelice, conosco pregiudizi etnici"

Senad Lulic scuse a Rudiger: “Frase infelice, conosco pregiudizi etnici”

ROMA – Ci sono volute quasi 24 ore. E forse c’è anche voluta una strigliata da parte del suo club, la Lazio, che ora rischia di trovarsi senza un giocatore per una decina di partite. Ma alla fine, seppur a denti stretti e non proprio spontanee arrivano le scuse di Senad Lulic, protagonista dopo il derby di Roma di un insulto razzista nei confronti del romanista Antonio Rudiger.

Lulic, intervistato dopo il derby aveva detto del suo avversario: “Ora fa il fenomeno, fino a poco tempo fa vendeva cinture e calzini in Germania”. Una frase cui non erano seguite delle scuse che ha causato reazioni indignate in tutto il mondo del calcio. Rudiger e la Roma hanno preferito non replicare.

“A mente fredda mi rendo conto di aver risposto ad una provocazione con un’altra provocazione. Provengo da un paese che conosce le tragedie causate dai pregiudizi etnici. Per questo mi dispiace di essermi fatto prendere dalla tensione del dopo derby e di essermi espresso in maniera infelice”: lo scrive Senad Lulic sul suo profilo Facebook, dopo le sue frasi su Rudiger, ieri dopo il derby di Roma.

Il giocatore rischia 10 giornate di stop, se il suo verrà valutato come comportamento di ‘discriminazione razziale o etnica’.