Serie A: Gattuso subito ko con il Napoli, Sampdoria trionfa nel derby

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 14 Dicembre 2019 22:53 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2019 9:54
Serie A in campo, Napoli-Parma 0-1. Derby di Genova alle 20.45

Serie A, D’Aversa e Gattuso nella foto Ansa

ROMA – Serie A in campo per gli anticipi del sabato della sedicesima giornata. Esordio da incubo per Gattuso sulla panchina del Napoli. L’ex allenatore del Milan ha perso in casa contro il Parma subendo gol a inizio e fine partita con Kulusevski e Gervinho. Nel mezzo, il momentaneo pareggio di Milik. Il Napoli è uscito dal campo tra i fischi dei suoi tifosi, Gattuso ha incassato la contestazione con sportività: “Dobbiamo accettare i fischi, non stiamo bene mentalmente, dobbiamo avere carattere per ribaltare questa situazione negativa”.

Colpo salvezza della Sampdoria. La squadra blucerchiata ha trionfato nel derby con gol di Manolo Gabbiadini all’85’, è uscita dalla zona retrocessione, condannando i rossoblù ai bassifondi della classifica. Derby brutto e con poche emozioni, alla fine Ranieri è riuscito a vincerlo con una grande giocata dell’ex attaccante del Napoli. Ranieri si conferma uomo derby visto che sulla panchina della Roma ne aveva vinti quattro su quattro. Alla Sampdoria, ha iniziato con il piede giusto entrando nel cuore dei suoi nuovi tifosi. 

Nel primo anticipo del sabato, il Brescia ha ottenuto la sua seconda vittoria consecutiva contro squadre che sono in corsa per non retrocedere come lei. Contro il Lecce, è arrivato un secco tre a zero grazie ai primi gol in Serie A di Chancellor, Torregrossa e Spalek. Balotelli non ha segnato ma si è mosso bene e ha guadagnato la punizione che poi ha portato alla rete del momentaneo uno a zero di Chancellor. Nel mezzo, anche una lite con Liverani. Il tecnico del Lecce lo ha anche bacchettato duramente al termine della gara: “Io sono nero ma non ho mai ricevuto dei buu razzisti. Dipende anche da come ci si comporta in campo… ci vuole educazione, bisogna comportarsi bene. Balotelli fa il furbino ma con me non attacca…”.

Genoa-Sampdoria 0-1, gol: Manolo Gabbiadini.

Derby salvezza tra il Genoa e la Sampdoria. I rossoblù scendono in campo con Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Schöne, Radovanovic, Cassata, Pajac; Sanabria e Pinamonti. I blucerchiati rispondono con Audero; Thorsby, Colley, Ferrari, Murru; Depaoli, Vieira, Ekdal, Linetty; Ramirez e Quagliarella.

Derby con poche occasioni da gol. Al 20′, Audero è uscito a vuoto sul tiro cross di Pajac ma per sua fortuna la palla non è finita in fondo al sacco terminando fuori. Al 30′, Vieira, già ammonito, trattiene Schone, l’arbitro lo grazia commettendo un errore, la Samp sarebbe dovuta rimanere in dieci. Al 34′, il colpo di testa di Sanabria su cross di Pajac è terminato sul fondo. Il primo tempo è terminato sullo zero a zero, poche emozioni al Ferraris. 

Al 69′, Audero ha respinto con bravura una punizione calciata da Radovanovic. Sampdoria in vantaggio all’85’: Linetty serve Gabbiadini al limite dell’area di rigore del Genoa, l’ex attaccante del Napoli fa partire un sinistro rasoterra che non lascia scampo a Radu. E’ finita, la Sampdoria ha trionfato nel derby togliendosi dalla zona retrocessione. 

Serie A, Napoli-Parma 1-2, gol: Kulusevski, Milik e Gervinho. 

L’esordio di Gattuso sulla panchina del Napoli è iniziato nel peggiore dei modi. Koulibaly ha perso banalmente un pallone, facendosi anche male. Ne ha approfittato Kulusevski che si è involato da solo davanti al portiere battendolo senza alcun problema. Dopo la rete del Parma, Gattuso ha sostituito subito l’infortunato Koulibaly per inserire in campo Luperto. Al 23′, il Parma ha sbagliato il fuorigioco lasciando Zielinski da solo davanti a Sepe ma il centrocampista del Napoli ha sparato alle stelle graziando i suoi avversari. 

Al 32′, Milik ha messo in porta Insigne con una verticalizzazione geniale ma l’attaccante campano ha imitato Zielinski calciando clamorosamente fuori. Al 40′, Gervinho ha avuto il pallone per portare il Parma sul due a zero ma il suo tiro è stato deviato sul palo da Meret.

Al 46′, l’arbitro ha concesso un rigore al Napoli per un tocco tra Hernani e Zielinski ma poi ha cambiato idea dopo aver consultato il var. Il fallo è avvenuto fuori area e per questo motivo l’arbitro ha trasformato il rigore in punizione. Insigne non è riuscito a segnare ed il primo tempo è terminato con il Parma in vantaggio di un gol a Napoli. 

Pareggio del Napoli al 63′. Milik ha segnato di testa su cross dalla destra di Dries Mertens. Napoli beffato al 93′, i calciatori campani hanno perso palla su un corner a loro favore. Il pallone è arrivato a Gervinho che è partito in contropiede a tutta velocità, poi ha servito Kulusevski, il calciatore di proprietà dell’Atalanta gliel’ha ridata e lui ha segnato facilmente da due passi. Il Parma ha vinto a Napoli, Gattuso ha esordito con una sconfitta. 

Serie A, Brescia-Lecce 3-0, gol: Chancellor, Torregrossa e Spalek

Colpo salvezza del Brescia. La squadra allenata nuovamente da Corini, dopo l’esonero di Fabio Grosso, ha vinto la sua seconda sfida salvezza consecutiva dopo quella contro la Spal ma è rimasta in zona retrocessione per “colpa” del successo della Sampdoria sul Genoa. La gara è stata decisa dalle reti di Chancellor, Torregrossa e Spalek. Il calciatore venezuelano ha segnato a porta vuota su un calcio di punizione guadagnato da Mario Balotelli con una grande giocata.

Il raddoppio di Torregrossa è frutto di una papera clamorosa di Gabriel, il portiere del Lecce è uscito a vuoto lasciando il pallone a Sabelli. L’ex terzino della Roma ha crossato in mezzo per Torregrossa che ha così potuto segnare il suo primo gol in Serie A a porta praticamente vuota. Nella ripresa, Spalek ha segnato da due passi su assist di Bisoli chiudendo definitivamente la partita. Nel mezzo la lite in campo tra Liverani e Balotelli (approfondimento qui). I due sono stati divisi dal pronto intervento degli altri calciatori.