Show del Torino in Europa League, 3-0 al Debrecen con gol di Belotti, Ansaldi e Zaza

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 25 Luglio 2019 22:47 | Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2019 22:57
Torino-Debrecen Europa League Belotti Ansaldi

Torino, Belotti esulta dopo il gol (foto Ansa)

ALESSANDRIA – Esordio da urlo per il Torino in Europa League. Al Moccagatta di Alessandria, la squadra allenata da Walter Mazzarri ha vinto 3-0 contro il Debrecen ipotecando la qualificazione al prossimo turno. In caso di qualificazione, nel secondo turno di preliminare di Europa League il Torino affronterebbe la vincente di Soligorsk-Esbjerg (la gara di andata è terminata sul punteggio di due a zero per i bielorussi).

Torino-Debrecen 3-0 grazie ai gol segnati da Belotti, Ansaldi e Zaza. 

Prestazione praticamente perfetta per il Toro. Nonostante la preparazione sia solamente all’inizio, la squadra granata ha dimostrato di essere superiore agli avversari da tutti i punti di vista. La difesa non ha concesso praticamente nulla con  Izzo, Nkoulou e Bremer che hanno mantenuto alta la concentrazione per tutto l’arco del match, a centrocampo De Silvestri e Ansaldi hanno spinto molto sulle fasce, mentre Meité e Baselli hanno creato calcio nella zona mediana del campo. In attacco, il tridente composto da Belotti, Iago Falque e Berenguer ha creato moltissimi problemi agli avversari. 

La partita è stata sbloccata al ventesimo minuto da Andrea Belotti. Il Gallo è partito sul filo del fuorigioco, ha saltato il portiere avversario che lo ha steso. Calcio di rigore netto. Dagli undici metri, non ha sbagliato Belotti. Conclusione potente ed angolata che non ha lasciato scampo al portiere del Debrecen.

Al 42′, Cristian Ansaldi ha raddoppiato grazie ad una giocata geniale. L’esterno del Torino ha fintato il cross e ha calciato in porta battendo il disattento estremo difensore avversario.

Nella ripresa, il Torino è stato in grado di non subire gol e ha sfiorato a più riprese la terza marcatura fino a trovarla al 93′ con Simone Zaza. L’attaccante entrato all’80’ al posto di Berenguer ha segnato su azione di angolo, dopo il tocco di Bremer, la sua deviazione sottoporta ha spiazzato Nagy. La squadra di Walter Mazzarri affronterà il match di ritorno con la tranquillità di tre reti di vantaggio.