Totti: non so se resto. La Roma: se impari l’inglese…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 giugno 2019 9:57 | Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2019 10:02
Totti: non so se resto. La Roma: se impari l'inglese...

Totti: non so se resto. La Roma: se impari l’inglese…

ROMA – “In questo momento vengono dette e scritte tante parole, cercando di ipotizzare i miei pensieri e le mie scelte. A breve il mio punto di vista nella giusta sede…”. Questo il messaggio scritto sui social da Francesco Totti. All’ex capitano, ora dirigente, la Roma ha offerto l’incarico di direttore tecnico, rinnovando il contratto da 600mila euro l’anno.

Lui prende tempo, forse non sa cosa fare: il suo gli sembra più un ruolo di pura rappresentanza che di vero dirigente, a decidere – a Roma non si parla d’altro – è piuttosto il fidato consigliere del presidente Pallotta che vive a Londra, Franco Baldini.

Non è un mistero che sull’addio a De Rossi il parere contrario di Francesco non sia stato preso in considerazione. E così sulla scelta del nuovo allenatore: il portoghese Fonseca è una scommessa del presidente, Totti spingeva invece per un tecnico che già conoscesse il campionato italiano, prodigandosi prima per l’inavvicinabile Conte, poi per Gattuso e Mihajlovic. 

5 x 1000

Per ora l’ex Capitano, ancora in forma invidiabile, continua a deliziare le folle con qualche esibizione in giro per il mondo, ma ha cominciato, come dire, a marcare visita, evitando con cura i meeting societari sempre a Londra. Tanto che ci vado a fare, si chiede Totti. Dall’altra parte non è che siano soddisfattissimi per questo atteggiamento, anche se trattandosi di un totem, una specie di nume tutelare, la questione va maneggiata con estrema cautela. Le radio romane sono sul chi va là. Magari, si sussurra in società, se imparasse l’inglese (suggerisce Francesco Morrone di Repubblica), potrebbe essere più operativo e incidere di più. Per ora, fa l’uomo immagine e funziona da parafulmine. (fonte La Repubblica)