Allegri commosso: “Il mio addio deciso dalla Juve. Giocare bene e perdere non fa per me…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 maggio 2019 16:04 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2019 16:09
Allegri commosso: "Il mio addio deciso dalla Juve. Giocare bene e perdere non fa per me..."

Allegri commosso: “Il mio addio deciso dalla Juve. Giocare bene e perdere non fa per me…” (da YouTube)

TORINO – “Il mio addio è stato deciso dalla Juventus. Io gli ho esposto la mia idea su come migliorare la squadra e loro hanno deciso di mandarmi via. Lo dico senza rancore, i miei rapporti con il club restano ottimi. A nessuno piace perdere, poi se uno si accontenta di uscire dal campo e dire giochiamo bene, ma abbiamo perso e siamo arrivati secondi, questo non fa per me”.
    Massimiliano Allegri commenta così il suo addio e le critiche al gioco della Juventus in questo suo ultimo anno sulla panchina bianconera.

Allegri: “Dove vado? Un po’ di riposo non può che farmi bene. Magari resto fermo”.

“Ora non so niente, so solo che bisogna andare in campo domani e festeggiare. Poi del futuro vedremo, magari una pausa può farmi bene, ho bisogno anche di riposare. Vedremo dopo il 15 luglio, bisogna valutare le proposte, se ci saranno, altrimenti mi occuperò un po’ più a me stesso, ai miei figli, alla mia compagna, a mio padre e a mia sorella, a quegli scellerati dei miei amici”. Così Massimiliano Allegri ai giornalisti che nella sala stampa dell’Allianz Stadium gli chiedono come immagina il suo futuro.

“Credo di poter dire che è stata la decisione più sofferta da quando sono alla guida della società”: così Andrea Agnelli definisce la scelta di dire addio dopo cinque anni, e altrettanti scudetti, a Massimiliano Allegri. Il numero uno bianconero sottolinea che si è trattato di una scelta della società, per quanto consensuale. “Tutti quanti sono utili, ma nessuno è indispensabile, da me ai magazzinieri – spiega – La storia della Juventus deve sempre essere più grande di ogni persona” (fonte Ansa).

5 x 1000

Il video da YouTube con la commozione di Massimiliano Allegri nel giorno della conferenza stampa di addio alla Juventus.