Sebastian Giovinco-Al Hilal, è ufficiale: addio Toronto tra le polemiche

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 gennaio 2019 20:50 | Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2019 20:52
Sebastian Giovinco-Al Hilal, è ufficiale: addio Toronto dopo tanti trionfi

Sebastian Giovinco-Al Hilal, è ufficiale: addio Toronto dopo tanti trionfi

TORONTO – Sebastian Giovinco è ufficialmente un calciatore dell’Al Hilal, club che milita nel campionato dell’Arabia Saudita. Giovinco ha deciso di salutare il Toronto con il seguente post su Instagram.

Giovinco: “Addio Toronto, volevo chiudere la carriera qui ma non è stato possibile”

“Toronto è stata la casa di me e della mia famiglia per quasi 5 anni. Sono arrivato qui dall’Italia a gennaio 2015 e ho subito sentito qualcosa di speciale. Dal primo giorno, ho lavorato duramente per ripagare l’opportunità che Toronto mi aveva dato. Da quel primo anno ho capito che potevamo fare grandi cose qui. Attraverso il duro lavoro, la passione e la determinazione, i miei compagni di squadra e io abbiamo trasformato TFC e l’abbiamo reso uno dei migliori club di MLS e del Nord America. Non l’abbiamo fatto da soli. Senza i nostri grandi fan questo non sarebbe stato possibile. Posso dire con certezza che ho contribuito in modo significativo a creare una storia senza precedenti in TFC. Abbiamo scritto un nuovo capitolo nella storia del club, insieme. Tutti per uno. Questo viaggio è stata un’esperienza meravigliosa per me e la mia famiglia.

È senza esitazione che posso dire che volevo che finisse in modo diverso. Come ho sempre sostenuto, speravo di rinnovare il mio contratto e finire la mia carriera da giocatore in una città che sembra casa mia. È qui che è nata mia figlia e dove mio figlio ha mosso i suoi primi passi su un campo da calcio. Un posto in cui la mia famiglia ama vivere e ha voluto chiamare casa per sempre. Sfortunatamente, questo nostro desiderio si è scontrato con un cambio di direzione con l’attuale gestione del TFC. Per i 2 anni ho cercato di estendere il mio contratto, tuttavia la direzione era riluttante. Recentemente, dopo aver rifiutato di esercitare l’opzione club per il 2020, mi è stato offerto un termine che reputo inaccettabile. Potrebbero dire che sono partito per un accordo più redditizio, ma non è questo il caso.

La loro offerta e la mancanza di trasparenza sono un chiaro messaggio. Sembra che la gestione preferisca concentrarsi su cose diverse dal puro desiderio di vincere. Dopo aver sviluppato il marchio e innalzato la reputazione complessiva di TFC sia in patria che all’estero, sembra che non abbia più uno scopo. Avrei accettato di meno a Toronto. Pertanto, rilevo con riluttanza che il mio mandato come giocatore TFC è giunto al termine. Concentrerò ora la mia attenzione e gli sforzi verso un’altra sfida. Con me porto bei ricordi. Toronto – the 6ix – sei e resterai sempre nel mio cuore. Grazie per tutto ciò che mi hai insegnato su me stesso e sulla vita. Ti amo, Toronto! Seba”.