Ciao Darwin, Aldo Grasso critica Paolo Bonolis: “Non sarà mai un grande della tv”

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 18 marzo 2019 16:36 | Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2019 16:36
ciao darwin bonolis

Ciao Darwin, Aldo Grasso critica Paolo Bonolis: “Non sarà mai un grande della tv”

ROMA – Aldo Grasso torna ad occuparsi di Paolo Bonolis e del suo Ciao Darwin arrivato all’ottava edizione. “Non c’è niente da fare, Bonolis non sarà mai un grande della televisione italiana. Non deve incolpare altri, ma solo sé stesso. Ha tentato varie volte di trovare un programma che lo consacrasse, che lo facesse uscire dai suoi paradigmi imbalsamati. Invano”. Grasso dice che Bonolis fa una televisione anni Novanta, piena di doppi sensi, “insopportabile”.

“Credo che l’ errore più grande di Bonolis sia stato quello di circondarsi di persone che non lo aiutano”, prosegue il critico del Corriere, “continuano a fargli credere di essere un genio, gli suggeriscono idee con rozzezza da arricchiti, non gli danno certo una mano per trovare strade nuove”. “Bonolis”, conclude Aldo Grasso, “è un vero cinico e con lucidità e determinazione lavora rappresentandosi un target immaturo, fatalmente in declino. (…) Esagerando, crea solo scenari di vuoto”. (fonte: Corriere della Sera)

Tra divertenti gag, varie sfide tra le squadre in gara e votazioni da parte del pubblico, anche quest’anno non poteva mancare l’iconica “Madre Natura”, che a differenza delle scorse edizioni si moltiplica e cambierà di puntata in puntata. La modella croata scelta per il primo appuntamento del programma di Canale 5 ha prima incantato il pubblico con la sua bellezza, ma poi si è prestata a una gag con Luca Laurenti. Quest’ultimo, per l’occasione, ha interpretato il narcotrafficante Pablo Escobar e ha subito un fortissimo schiaffo dalla donna. Una scena che ha divertito, ma anche sorpreso, il pubblico in studio.