Le Iene, servizio Matteo Viviani in onda nonostante minacce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2015 9:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2015 9:00
Le Iene, servizio Matteo Viviani in onda nonostante minacce

Matteo Viviani

ROMA – Matteo Viviani, inviato de Le Iene, ha ricevuto un sms di minacce che coinvolge direttamente tutta la redazione del programma di Italia 1: “Per scrupolo ti dico che arriva la bomba in diretta. Tu controlla i 3 vasi a casa. Ci sarà attentato il boss vuole così”.

Sono state avvisate subito le forze dell’ordine ed è partita una denuncia. La prima puntata in diretta della nuova edizione de Le Iene Show, è comunque andata in onda ieri sera, 27 settembre.

“Le Iene – scrive Mediaset in una nota ufficiale – non conoscono l’identità di chi possa aver effettuato la minaccia, ma si presume sia legata ad una delle ultime inchieste di Matteo Viviani. Tra gli argomenti da lui affrontati recentemente i nuovi metodi di intercettazione (servizio che andrà in onda nella puntata di questa sera) e una storia di molestie a danno di ragazze minorenni. Inoltre, qualche giorno fa l’inviato si è recato nuovamente a Palermo per proseguire un’indagine riguardante mafia, antimafia e gestione dei beni sequestrati dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo. Argomento, peraltro, già trattato in altri suoi precedenti servizi ai quali poi è seguita un’inchiesta da parte della Procura di Caltanissetta”.

Inoltre Matteo Viviani è stato protagonista di un servizio sulla possibilità di essere spiati dal proprio cellulare. Viviani si è recato da una ditta che sviluppa software molto evoluti, che vengono solitamente usati da servizi segreti e altre agenzie di rilievo nazionale o mondiale. Ma molti “test” vengono fatti con software minori, eppure incredibilmente potenti, tanto da riuscire ad entrarti nel cellulare e tenerti d’occhio senza che tu te ne possa in alcun modo accorgere (QUI IL SERVIZIO).