Mahmood all’Eurovision, le domande inquietanti dei giornalisti sul Ramadan e sul ghetto

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Maggio 2019 15:28 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2019 15:28
Mahmood all'Eurovision, le domande inquietanti dei giornalisti sul Ramadan e sul ghetto

Mahmood all’Eurovision, le domande inquietanti dei giornalisti sul Ramadan e sul ghetto

TEL AVIV – “La tua canzone parla di qualcuno che beve champagne durante il Ramadan. Tu stai osservando il digiuno?”, “Vivi ancora nel ghetto?”, “Come ti senti, essendo per metà egiziano, a cantare in Israele?”: sono alcune delle domande che i giornalisti internazionali hanno posto a Mahmood, rappresentante italiano all’Eurovision Song Contest di Tel Aviv e vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo, in occasione della conferenza stampa di presentazione della gara canora. 

Il cantante, nato in Italia da madre italiana e sempre vissuto solo con lei a Milano, nel quartiere periferico di Gratosoglio, non ha perso la calma di fronte a certa curiosità indiscreta e probabilmente fuori luogo, ma ha risposto punto per punto alle domande, spiegando: “Sono cristiano”, “sono italiano al 100%” e “vivere nel ghetto è come vivere in qualsiasi altro posto. La vita è la stessa”. (Fonte: Twitter)