Vieni da me, Massimo Lopez a Caterina Balivo: “Ho avuto paura di morire”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2019 16:46 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2019 16:46
Vieni da me, Massimo Lopez a Caterina Balivo: "Ho avuto paura di morire"

Vieni da me, Massimo Lopez a Caterina Balivo: “Ho avuto paura di morire” (Foto Ansa)

ROMA – “Ho avuto paura di morire”: Massimo Lopez ha raccontato a Caterina Balivo, nello studio di Vieni da Me, gli attimi di scoramento vissuti quando ha avuto un infarto mentre stava recitando. 

“È stata un’esperienza, stavo recitando ho sentito un indolenzimento e non capivo perché – ha ricordato Lopez durante il gioco della Cassettiera -. Ho pensato che non mi ero allenato e intanto ho continuato a recitare, ma il dolore diventava sempre più un dolore. Mi sono dato tempo ancora un minuto perché ho capito che fosse una cosa cardiaca. Il tutto mentre facevo ridere il pubblico, mi sono fermato ho detto che non potevo andare avanti, sono andato dietro le quinte e ho detto al mio collaboratore di chiamare un ambulanza. Ero tranquillo, avevo capito perfettamente cosa stava capitando e che era un infarto. Sai quando hai paura prima di un evento e sei sempre terrorizzato? Poi quando accade passa la paura. Ho pensato di morire, mentre ero in ambulanza. Ho detto, questa volta ci sono io in quell’ambulanza che sento sempre da casa. Poi ho pensato, mentre avevo gli occhi socchiusi, magari finisce qui, chiudo gli occhi ed è finita oppure no. Non ero angosciato, ad un certo punto però ho pensato che non avevo potuto avvertire nessuno. Poi sono arrivato in ospedale ad Andria e questo medico, molto giovane, mi disse, sono molto motivato mia moglie sta per partorire e se nasce ora lo chiameremo Massimo”.

 

L’attore ha poi ripercorso i tempi della scuola: “Ho avuto un rapporto un po’ complicato specie con i professori che, all’epoca, ogni tanto alzavano anche le mani per punirci o ci umiliavano. Il mio percorso è stato complicato, non ne ho nostalgia. Incamerando tutte queste vessazioni, un giorno, dopo l’ennesima bocciatura ho reagito. Sono entrato in classe e ho tirato una sedia contro una finestra. Ho fatto male solo a degli oggetti, non si fa, ma mi sono liberato”.

Dopo la scuola Lopez aveva iniziato l’università, ma l’ha lasciata poco dopo. “Quindi sono andato a fare il provino per il Teatro Stabile di Genova e da lì ho iniziato la carriera di attore”. (Fonte: Vieni da me)