Conte, la nuova restrizione: “Stop allenamenti società sportive e atleti professionisti” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Aprile 2020 22:11 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2020 22:12

ROMA – Sono sospesi gli allenamenti anche per le società sportive e gli atleti professionisti. E’ la novità che compare nel dpcm con cui il Governo prorogherà fino al 13 aprile le misure anti contagio da coronavirus. Nella bozza del testo, suscettibile di modifiche, si legge che non solo sono “sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati” ma anche “le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo”.

Il premier Conte, dopo aver firmato il decreto che proroga il lockdown fino al 13 aprile ha parlato anche della sospensione degli allenamenti. Nel nuovo dpcm si vietano gli allenamenti anche degli atleti professionisti “onde evitare che delle società sportive possano pretendere l’esecuzione di una prestazione sportiva anche nella forma di un allenamento. Ovviamente gli atleti non significa che non potranno più allenarsi: non lo faranno in maniera collettiva ma individuale”. Come ha spiegato lo stesso premier, lo stop agli allenamenti “è l’unica novità a livello di restrizioni” che è stata aggiunta in questo nuovo decreto.

Il premier ha poi spiegato meglio la questione legata alla cosiddetta “ora d’aria” concessa ai più piccoli: “Non abbiamo affatto autorizzato l’ora del passeggio coi bambini. Abbiamo solo detto che quando un genitore va a fare la spesa si può consentire anche l’accompagno di un bambino. Ma non deve essere l’occasione di andare a spasso e avere un allentamento delle misure restrittive”. 

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev