Roma: riaperte le aree gioco, la Raggi firma l’ordinanza: il VIDEO da Villa Borghese

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 17:05 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 17:06
aree verdi roma riaprono

Roma: riaperte le aree gioco, la Raggi firma l’ordinanza: il video da Villa Borghese

ROM – La sindaca di Roma Virginia Raggi, martedì 16 giugno ha firmato l’ordinanza per la riapertura immediata delle aree gioco presenti all’interno di parchi, ville e giardini pubblici.

L’ordinanza, rende noto il Campidolgio, vale su tutto il territorio comunale.

La chiusura delle aree gioco nella Capitale era stata disposta per l’emergenza coronavirus.

I bambini di Roma dunque, da ieri possono tornare a giocare su scivoli ed altalene nelle zone verdi della città. 

La riapertura era attesa da giorni da tante famiglie romane che più volte hanno sollecitato l’amministrazione capitolina perché decidesse di restituire spazi di svago ai più piccoli dopo il lungo periodo di lockdown. 

Roma, aree gioche interdette dal nastro giallo

Da tre mesi queste aree della Capitale erano inaccessibili

Il divieto di accesso era segnato dal nastro giallo della Polizia di Roma Capitale.

Il divieto, in questi mesi è stato più volte violato. 

Lo scorso 18 maggio, gli agenti avevano interdetto l’uso di centinaia di punti gioco considerati vettore di contagio del virus.

L’ordinanza di allora infatti prevedeva “specifiche attività di manutenzione e di controllo periodico, oltre che di pulizia e verifica periodica degli arredi e delle attrezzature» che non poteva «essere attuato nell’immediato”. 

Roma, riaperte aree gioco. Ma la sanificazione non c’è stata

La sanificazione quotidiana era il problema principale che si doveva superare per garantire una riapertura in sicurezza, spiega la Stampa.

Peccato però che la sanificazione, dopo la riapertura, non c’è stata. 

Se fosse stata fatta, sarebbe stata un’impresa non da poco.

Il Comune, secondo il Dpcm del Governo dell’11 giugno, doveva infatti assicurare “la supervisione delle aree divertimento, pulizia e sanificazione con lo scopo di contenere i contagi”. 

 Riaperte aree giochi, opposizioni all’attacco

Le opposizioni in Campidoglio, a riguardo della riapertura, avanzano non pochi dubbi: 

I consiglieri del Pd ricordano che nel testo

“si legge che tra i compiti del gestore ci sono la manutenzione, il controllo e la pulizia periodica degli impianti”.

“Compiti cui l’amministrazione dovrebbe assolvere sempre”, a prescindere dal Covid ma che per la Raggi risultavano “impossibili da assolvere”. 

Secondo il Pd, il Dpcm datato 11 giugno che ha permesso l’apertura delle aree gioco imponendo ai comuni di fare le sanificazioni, leva ogni alibi all’amministrazione capitolina.

A seguire le immagini girate all’interno di Villa Borghese, un parco storico e molto noto della Capitale (fonte: Agi, La Stampa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).