Video

Antartide. Nave russa bloccata: rompighiacci australiano non ce la fa

Antartide. Nave russa bloccata: rompighiacci australiano non ce la fa

Antartide. Nave russa bloccata: rompighiacci australiano non ce la fa

ROMA – Antartide. Nave russa bloccata: rompighiacci australiano non ce la fa. L’ultimo cinguettio dal mare antartico non è incoraggiante. “Cattive notizie: l’Aurora (la rompighiaccio australiana, ndr) non è potuta arrivare. Ha provato due volte. C’è bassa visibilità e ghiaccio spesso. E’ tornata in mare aperto. Riproverà domani?”. Così Chris Turney, capo spedizione della nave russa bloccata in Antartide, posta su Twitter la delusione per il mancato arrivo della rompighiaccio che doveva liberarli, a causa del forte maltempo nella zona.

Intrappolata da spessi e infrangibili strati di ghiaccio, la nave da ricerca russa Akademik Shokalskiy resta prigioniera essendo fallito il terzo tentativo di recupero. Ma l’Aurora Australis (un colosso dei mari lungo un centinaio di metri e costruito da Carrington Slipways) si avvicinata al massimo fino a 10 miglia nautiche dall’obiettivo. Oltre, la banchisa inscalfibile che trattiene la nave russa: il maltempo non consente al rompighiaccio di procedere.

La portavoce dell’Autorità australiana per la sicurezza marittima Amsa, Lisa Martin, riferisce che venti fino a 30 nodi e “acquazzoni di neve” flagellano l’area in cui è bloccata la Shokalskiy. La rotta della spedizione antartica avrebbe dovuto replicare quella dell’esploratore australiano Douglas Mawson compiuta tra il 1911 e il 1914, oltre a condurre ricerche scientifiche.

All’equipaggio della nave russa, a questo punto, servirà pazienza e sangue freddo: il rompighiavcio potrebbe riprovare non appena le condizioni climatiche saranno meno proibitive: resta l’ipotesi di un complicato ammaraggio tramite elicottero per consentire evacuazione e trasporto.

To Top