Carla Bruni dice no al bullismo, ma recita troppo: coperta di critiche VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2014 18:51 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2014 18:51
Carla Bruni dice no al bullismo, ma recita troppo: coperta di critiche VIDEO

Carla Bruni dice no al bullismo, ma recita troppo: coperta di critiche

PARIGI – Carla Bruni dice no al bullismo, ma lo fa con un video-messaggio un po’ troppo recitato. E la rete la copre di critiche. L’ex prémière dame di Francia ha aderito ad una campagna della fondazione Jasmine Roy con un filmato postato su YouTube. Ma tutto, secondo gli internauti, in quel video è troppo recitato.

Sin dall’inizio, con il violoncello in sottofondo e un’atmosfera più da film d’autore che da spot di sensibilizzazione. Si vede Carla Bruni, modella e cantante prima che moglie dell’ex presidente Nicolas Sarkozy, seduta su una sedia pieghevole, come quelle usate dai registi sui set dei film. Struccata, vestita di nero, molto composta, recita il discorso imparato a memoria e lo termina mettendo avanti una mano, a dire “No al bullismo”, in un gesto che però è stato subito accomunato a quello di un volto ancora più noto del suo: quello di Iron man. 

 

Conta relativamente poco che dica:

“So che le molestie e il bullismo possono essere la causa di un insuccesso scolastico – afferma la mamma della piccola Giulia – Si tratta di una piaga che colpisce il mondo intero. Come madre non posso chiudere gli occhi davanti a questa tragedia che spezza la vita di migliaia di bambini”.

Quel modo un po’ troppo studiato le è costata una marea di critiche.