Cristiano Ronaldo, fallo su Cragno: andava espulso per il piede in faccia, l’hanno solo ammonito VIDEO

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 Marzo 2021 - 10:57 OLTRE 6 MESI FA
Cristiano Ronaldo, fallo su Cragno: andava espulso per il piede in faccia, l'hanno solo ammonito VIDEO

Cristiano Ronaldo, fallo su Cragno: andava espulso per il piede in faccia, l’hanno solo ammonito (Foto da video)

Cristiano Ronaldo andava espulso per il fallo su Cragno. Il fuoriclasse della Juve ha colpito con il piede in faccia il portiere del Cagliari. Nelle immagini al rallentatore si vede nitidamente lo scarpino di Ronaldo andare a impattare sul volto di Cragno. Invece è stato solo ammonito.

Ammonito senza che il Var intervenisse. Dunque all’arbitro Calvarese è rimasta l’impressione di uno scontro di gioco. Uno scontro forse un po’ duro, ma pur sempre involontario. Almeno, volendo restare nella buona fede di quelli che non odiano la Juve a prescindere.

Cristiano Ronaldo: fallo su Cragno, andava espulso

I replay concordano nell’affermare che Cristiano Ronaldo andasse espulso per quel fallo su Cragno. Col senno di poi, probabilmente non sarebbe cambiato niente a Cagliari. Ma vuoi mettere non avere Cr7 nel prossimo impegno col Benevento?

Senza contare che il mancato intervento del Var ha già scatenato i complottisti da tastiera. “Vuoi vedere che vogliono far vincere lo Scudetto alla Juve”?. Veramente difficile da credere, considerati i 10 punti di distacco dall’Inter. Con una partita in meno e lo scontro diretto da giocare a Torino, è vero. Ma è anche vero che, in tempo di Covid, il fattore campo resta solo per le statistiche.

Cristiano Ronaldo, tripletta al Cagliari e record di Pelè superato

“Ho eterna e incondizionata ammirazione per Pelé: oggi ho superato il suo record di gol, le mie parole vanno dritte a lui e non c’è giocatore al mondo che non abbia ascoltato le storie sulle sue partite e i suoi successi, e io non faccio eccezione”. Così, con lunghissimo post su Instagram, Cristiano Ronaldo esulta per aver raggiunto quota 770 reti in carriera e aver staccato il fenomeno brasiliano nella classifica dei marcatori di tutti i tempi.

“Ora non vedo l’ora delle prossime partite e delle prossime sfide – ha aggiunto il numero 7 della Juventus dopo la tripletta siglata a Cagliari – e credetemi, questa storia è ancora lontana dalla fine: il futuro è domani, c’è ancora molto da vincere con la Juve e con il Portogallo.