Jane Fonda, quarto arresto in un mese per proteste davanti Congresso Usa VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Novembre 2019 11:33 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2019 14:46

Jane Fonda, quarto arresto in un mese

ROMA – Quarto arresto in un mese per Jane Fonda nelle iniziative del venerdì davanti al Congresso americano, messe in campo per protestare contro i cambiamenti climatici.

L’81enne attrice  newyorchese ha deciso di manifestare insieme a un gruppo di ecologisti in quelli che chiama i “Fire Drill Fridays” (venerdì delle esercitazioni anti incendio) per richiamare l’attenzione sull’emergenza clima.

“C’è una crisi collettiva, che richiede un’azione collettiva”, ha dichiarato alla Cnn, “così ho deciso di usare la mia celebrità per tentare di suscitare il senso dell’urgenza e mi sono trasferita a Washington per quattro mesi, sarò arrestata ogni venerdì”. 

L’attrice protesta con il gruppo Oil Change International. Ispirata da Greta Thunberg, Jane Fonda nelle settimane aveva preannunciato così la protesta: “Sarò in Campidoglio ogni venerdì, pioggia o sole che sia, ispirata e incoraggiata dall’incredibile movimento creato dai nostri giovani. Non posso rimanere ferma e ignorare che i nostri eletti ignorino, o ancora peggio potenzino, le industrie che stanno distruggendo il nostro pianeta”  aveva scritto sul web poco prima del suo terzo arresto aggiungendo poi: “Sono venuta a Washington DC per essere più vicina all’epicentro della lotta per il clima”.

Fonte: Agi, Tmz