M5S e Lega, quando Di Battista nel 2015 diceva: “Ladri, sono nostri nemici”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2018 12:40 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2018 12:42
M5S e Lega, quando Di Battista nel 2015 diceva: "Ladri, sono nostri nemici"

M5S e Lega, quando Di Battista nel 2015 diceva: “Ladri, sono nostri nemici”

ROMA – M5S e Lega, quando Alessandro Di Battista nel 2015 diceva: “Ladri, sono nostri nemici”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Mentre Lega e M5S provano ad accordarsi (per ora senza risultati) per formare un governo, spunta questo vecchi video del 2015 in Alessandro Di Battista, che non si è ricandidato a queste elezioni ma che è stato per tutta la precedente legislatura la figura di punta del Movimento assieme a Di Maio, attaccava pesantemente Salvini e la Lega, definendoli “ladri” e “nemici”.

Salvini è un razzista, ma non lo attacco per questo, bensì per i soldi. Oggi ci descrivono la Lega come forza anti-casta, ma ricordiamoci di alcune cifre: dal 2013 grazie a Maroni dai conti della Lega sono usciti in soli 6 mesi 5,9 milioni di euro per autonoleggi, cambi gomme, 50 mila euro per la scuola della moglie di Bossi. Soldi nostri! Vi rendete conto!”.

Di Battista nel video fa luce su rimborsopoli, lo scandalo che nel 2013 si è abbattuto sulla giunta regionale leghista del Piemonte: “Spese pazze, denaro pubblico usato per scopi privati. Rimborsi per acquisti di sigarette, cravatte, dvd di film e un paio di mutande verdi!”.

Nella sua invettiva Di Battista non risparmia nemmeno il giornale La Padania, ma soprattutto se la prende con Matteo Salvini: “Faccia nuova? Ma di che! È uno che ha sempre vissuto di politica, chissà quanti soldi ci ha rubato!”.