Roma, 37 arresti. Salvatore Buzzi: “‘Sai quanto ci guadagno sugli immigrati? Droga rende meno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 dicembre 2014 12:38 | Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2014 12:40
Roma, 37 arresti. Salvatore Buzzi: "'Sai quanto ci guadagno sugli immigrati? Droga rende meno"

Roma, 37 arresti. Salvatore Buzzi: “‘Sai quanto ci guadagno sugli immigrati? Droga rende meno”

ROMA –  Salvatore Buzzi a Roma gestiva coop ed era nel business dei nomadi e dei profughi. E’ uno dei 37 arrestati nell’inchiesta della cupola che controllava gli appalti e secondo gli inquirenti era il braccio destro dell’ex Nar e Banda della Magliana Massimo Carminati.  

Ma chi è Salvatore Buzzi? 59 anni, condannato negli anni Ottanta per omicidio, si era inventato prima una cooperativa sociale con ex detenuti e poi aveva creato un piccolo impero nel settore, ha spiegato il procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone.

In una intercettazione Buzzi spiega: “Tu sai quanto ci guadagno sugli immigrati? C’hai idea? Il traffico di droga rende meno” (video Repubblica Tv)

In un’altra delle intercettazioni, Luzzi spiega bene i rapporti con il comune e su cosa si concentrano le sue “attività”: “A Luca 5mila euro al mese…a un altro che mi tiene i rapporti al comune 1500…a un assessore 10mila euro al mese… ogni mese…noi quest’anno abbiamo chiuso con quaranta milioni di fatturato… gli utili li abbiamo fatti sugli zingari, sull’emergenza alloggiativa e sugli immigrati”.

L’intercettazione risale alla vigilia delle ultime elezioni comunali e si riferiscono a Luca Odevaine, ex vice capo di gabinetto con la giunta Veltroni e poi capo della polizia provinciale.